Ultimo aggiornamento  25 aprile 2019 10:26

Tricolore rally, tutto (o quasi) da definire.

Chiara Iacobini ·

Il Campionato italiano Rally 2019 sta per tornare: ancora poche settimane e i protagonisti si ritroveranno per il primo appuntamento della stagione, il 42esimo Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, in programma dal 22 al 24 marzo 2019. 

Proprio il calendario - con otto appuntamenti dalla primavera a novembre inoltrato - sembra essere uno dei pochi punti fermi della edizione 2019. La situazione dei piloti e dei team è invece ancora fluida, con molti contratti in via di definizione. 

Il dubbio del campione 

Il futuro del campione in carica Paolo Andreucci - 11 titoli alle spalle - è ancora incerto. Prosegue la trattativa con il team bresciano DP Autosport che lo porterebbe a correre nel Cir con una Skoda Fabia R5, ma ci sono anche altre eventualità, come quella di una permanenza in Peugeot, forse anche in un campionato diverso dal tricolore. 

Più definita la situazione di Luca Rossetti, praticamente certo del volante della Citroën C3 R5. Incerto invece il futuro di un altro protagonista degli ultimi campionati, Simone Campedelli, nonostante la conferma di Tania Canton come navigatore. Il pilota e Orange 1 Racing si stanno concentrando sia sulla scelta della vettura, Ford o Skoda R5, che sulla competizione da affrontare. 

Gli outsider

Il vincitore del Campionato Italiano Rally Asfalto 2018 Andrea Crugnola è ancora in cerca del budget che garantisca una presenza costante nel tricolore Rally, anche se teoricamente il varesino dovrebbe essere il pilota del team HK di Felice Re, con a disposizione le nuove Polo, pronte al debutto italiano, oltre alle Fabia e Fiesta R5. Più complicata la situazione di Umberto Scandola: dopo l’uscita di scena ufficiale di Skoda Italia, sembrerebbe che il driver veronese stia ancora cercando una soluzione che gli consenta di prendere il via nel Campionato Italiano Rally o in un altro campionato.  

Incerte le situazioni di altri piloti come Stefano Albertini: il bresciano, Campione Italiano Wrc per due anni di fila, dovrebbe tentare il salto nella massima serie con la Skoda della TamAuto, supportato sempre dalla Scuderia Mirabella Millemiglia. Al via sulla Skoda del Team PA Racing troveremo quasi certamente Rudy Michelini e Giacomo Scattolon, così come - sempre su Skoda - si attende il ritorno di Antonio Rusce. Ancora da chiudere le posizioni di Giandomenico Basso e Kevin Gilardoni

Il calendario

Saranno otto gli appuntamenti del Campionato Italiano Rally 2019: il 42° Rally Il Ciocco e Valle del Serchio dal 22 al 24 marzo 2019; 12 - 14 aprile 66° Rallye Sanremo; 9 - 12 maggio 103^ Targa Florio;14 - 16 giugno Rally Italia Sardegna 2019 (Terra);19 - 21 luglio Rally Roma Capitale e 41° Rally di Pico;30 - 31 agosto 55°Rally del Friuli Venezia Giulia;10 - 12 ottobre 37° Rally 2 Valli; 22 - 24 novembre 10° Tuscan Rewind (Terra).

Ti potrebbe interessare

· di Marco Perugini

PSA si affida al Double Chevron per rimanere protagonista sulle strade del Campionato Italiano. Luca Rossetti ed Elena Mori eredi designati di Andreucci-Andreussi

· di Redazione

Volanti ACI e Caschi d’Oro Autosprint per la prima volta insieme a incoronare i protagonisti della stagione 2018, in una notte magica per piloti, team e organizzatori

· di Chiara Iacobini

A Verona undicesimo trionfo nel campionato italiano per il pilota toscano al termine di una gara combattuta e vinta da Luca Rossetti su Hyundai I20 ng R5