Ultimo aggiornamento  25 aprile 2019 10:21

Giovani alla guida, la ricetta Usa.

Luca Gaietta ·

Negli Usa, in seguito a una ricerca della Baylor University sui decessi accidentali dei giovani a causa di incidenti, è stato avviato in via sperimentale un programma di formazione per responsabilizzare i giovani alla guida dando loro una maggiore consapevolezza dei pericoli e conseguenze che possono derivare da comportamenti scorretti al volante. Primo fra tutti superare i limiti di velocità e condurre un’auto o una moto sotto l’effetto di alcol e stupefacenti.

Per adesso un test

Si tratta di una sorta di test, per valutarne l’effettiva efficacia, all’interno della scuola guida Texas Reality Education for Drivers che ha coinvolto un gruppo di adolescenti (21 anni di età) ai quali sono stati mostrati i danni dei sinistri stradali direttamente al pronto soccorso, negli ospedali e perfino all'obitorio.

Bastano poche ore

I ragazzi hanno avuto modo di ascoltare dagli infermieri e dagli altri operatori sanitari gli effetti sulle vittime degli incidenti. Lo studio, pubblicato sulla rivista Transportation Research, ha messo in evidenza come siano bastate solo sole sei ore passate negli ospedali per trasmettere ai partecipanti un senso maggiore di responsabilità.

Ad oggi programmi simili sono stati avviati anche in altri Paesi, purtroppo non in Italia, mostrando ai neopatentati anche le conseguenze di un impatto tra vetture durante i crash test.

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Compleanno importante per il protocollo internazionale che valuta la sicurezza delle nostre auto. 1.800 vetture testate e 78.000 vite salvate