Ultimo aggiornamento  26 agosto 2019 00:02

Volkswagen, ultimatum a Bentley.

Luca Gaietta ·

Stando a una recente intervista pubblicata sul quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung, Volkswagen ha lanciato una sorta di ultimatum a Bentley lamentandosi degli scarsi risultati commerciali della Casa inglese. Wolfgang Porsche e Hans Michel Piech hanno parlato a nome degli azionisti e manifestato lo scontento.

Un "rosso" pesante

Nei primi 9 mesi del 2018 Bentley aveva già preoccupato segnando un “rosso” di 137 milioni di euro. L'atteso contributo del suv Bentayga si è rivelato fino adesso inferiore alle previsioni. E, oltre ad aver investito tra il 2014 e il 2016 un miliardo di euro per lo sviluppo di nuovi modelli, il marchio di Crewe dovrà adesso far fronte a ulteriori spese per sostenere la annunciata corsa all’elettrificazione.

Invertire la rotta

Restano uno o due anni per invertire la rotta: questo il succo del discorso di Piech dal quale è emerso chiaro che se le cose non cambieranno per Bentley potrebbe prospettarsi non solo un avvicendamento dei vertici ma addirittura una cessione del marchio. Tutt’al più il costruttore potrebbe pagare a caro prezzo e, dunque, peggiorare ulteriormente la sua situazione, a causa delle difficoltà legate alla Brexit che rischiano di penalizzare l’intera industria dell’auto del Regno Unito.

Tag

Bentley  · Brexit  · Gruppo Volkswagen  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa di Crewe ha avviato alla commercializzazione la nuova generazione della sua Granturismo. Raggiunge i 333 orari e brucia i cento in 3,7 secondi