Ultimo aggiornamento  21 gennaio 2019 06:27

Jaguar Land Rover, si taglia.

Colin Frisell ·

LONDRA - Il piano di ristrutturazione di Jaguar Land Rover - di cui già si parlava a fine 2018 - diventa realtà. La Casa inglese licenzierà 5mila persone sui circa 40mila dipendenti nel Regno Unito. Questa decisione fa parte di un più vasto piano di risanamento da 2,5 miliardi di sterline resosi necessario - secondo quanto detto da costruttore - a causa della "tempesta perfetta" che ha colpito il settore. 

Le aree del management, del marketing e delll'amministrazione dovrebbero essere quelli maggiormente interessati dai tagli - che fanno seguito ad altri per oltre 2mila dipendenti del 2017 - ma non si esclude che anche in fabbrica cada la scure dei licenziamenti. Non a caso i sindacati inglesi hanno subito espresso la loro preoccupazione. I rappresentanti dei lavoratori hanno anche ricordato come solo poco tempo fa sia stato dato l'annuncio della realizzazione di un nuovo impianto in Slovacchia con la prevista assunzione di 3mila dipendenti. 

I perché del piano

I motivi della crisi, secondo i vertici di Jaguar Land Rover - marchio controllato dal 2008 dagli indiani di Tata Motors - sono molteplici. Al primo posto il calo - stimato intorno al 50% - delle vendite in Cina, il più ricco mercato per il costruttore: un rallentamento causato soprattutto dalle tensioni commerciali tra il gigante asiatico e gli Usa e che è arrivato dopo due decenni di numeri in costante crescita. 

Altro motivo di preoccupazione la contrazione mondiale nella vendita delle vetture diesel che rappresentano quasi il 90% dell'intera produzione di Jaguar Land Rover. Gli investimenti nelle nuove tecnologie, ibrido ed elettrico, non sono riusciti per ora a colmare questo gap. 

Caos Brexit

Il terzo motivo di preoccupazione per i vertici del marchio è la questione della Brexit e dell'incertezza che continua a circondare i termini soprattutto economici dell'addio della Gran Bretagna all'Unione europea. Nel luglio 2018 i vertici di Jaguar Land Rover avevano lanciato l'allarme, ricordando come una "no deal Brexit" sarebbe potuta costare al costruttore più di un miliardo e 200mila sterline ogni anno. 

Tag

Brexit  · Cina  · Gran Bretagna  · Jaguar Land Rover  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

Nel giorno dell'inizio della trattativa Londra-Bruxelles, il gruppo dell'auto promette l'assunzione di 5.000 nuovi dipendenti in un anno. Ma vuole garanzie