Ultimo aggiornamento  21 gennaio 2019 06:08

Taxi, a Shenzhen sono tutti elettrici.

Valerio Antonini ·

Shenzhen - metropoli da 12,5 milioni di abitanti che si trova lungo la striscia di terra che collega Hong Kong al resto del territorio cinese - sta per diventare la seconda città della Cina (ma di gran lunga la più importante) dopo Taiyuan ad avere una flotta di taxi completamente elettrica

Città pulita

Dei 21.689 mezzi pubblici operanti in città ormai solo poco più di 200 hanno ancora un motore tradizionale. Fino all’anno scorso, invece, erano 7.500 le auto rosse maggiormente inquinanti.

Gli autobus di Shenzhen sono stati completamente elettrificati già nel 2017. L’obiettivo è ridurre le emissioni nocive di almeno 850mila tonnellate all'anno entro il 2022, ha fatto sapere il comitato dei trasporti della città. L'iniziativa 100% elettrica non include servizi come Uber e altre piattaforme di ride-sharing.

Shenzhen è una delle 13 città pilota che promuovono il trasporto pubblico sostenibile per ridurre lo smog e sviluppare l'industria energetica alternativa”, ha affermato il Comitato per il trasporto della Provincia del Guangdong.

Tag

Cina  · Shenzen  · Smart Mobility  · Taxi  · 

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

La metropoli cinese è la prima al mondo ad avere tutta la flotta di mezzi pubblici a zero emissioni: oltre 16 mila, più del parco a batteria degli interi Stati Uniti