Ultimo aggiornamento  16 febbraio 2019 11:01

Dieselgate, Fca pagherà 650 milioni di dollari.

Redazione ·

Fca dovrà pagare un totale di oltre 650 milioni di dollari di risarcimento alle autorità federali e statali americane e a circa 104mila clienti in relazione allo scandalo del dieselgate negli Stati Uniti. L'accordo tra la Casa, il Ministero della giustizia Usa, l'Epa (l'Agenzia federale per la protezione dell'ambiente) sta per essere reso pubblico ed è stato anticipato dalla Associated Press

Compensazione per i clienti 

Il costruttore italo-americano dovrebbe versare circa 310 milioni di dollari di multa al governo federale e a quello della California. Altri 72 milioni andranno agli altri stati che hanno partecipato alla causa. 

Inoltre, ognuno dei 104mila americani - che tra il 2014 e il 2016 hanno acquistato una Jeep Grand Cherokee e un pick up Ram con i motori diesel messi sotto accusa - riceverà un rimborso di circa 2.800 dollari per un totale di quasi 280 milioni.

La vicenda è iniziata nel gennaio 2017 quando l'Epa ha aperto una causa contro Fca per violazione del Clean Air Act a causa delle eccessive emissioni di ossidi di azoto di alcuni dei suoi motori diesel 3 litri V6. Quattro mesi dopo il Ministero della giustizia di Washington è intervenuto formalmente sottolineando la presenza di un software nei propulsori in grado di truccare il livello di emissioni durante i test in laboratorio.  

Secondo accordo 

Quello con Fca è il secondo accordo raggiunto dalla autorità statunitensi con un costruttore coinvolto nel dieselgate. Nel 2016 Volkswagen ha sborsato un cifra complessiva vicina ai 30 miliardi di dollari dopo che circa 500mila dei suo veicoli erano stati considerati fuori legge.

Tag

Dieselgate  · EPA  · FCA  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Mai più scandalo sulle emissioni: il direttore dell'agenzia ambientale americana minaccia i costruttori auto colpevoli. Gruppo di Marchionne compreso