Ultimo aggiornamento  17 febbraio 2019 00:27

Ora R1, l'elettrica alla Great Wall.

Giovanni Passi ·

Il marchio cinese Ora - di proprietà del colosso Great Wall - lancia la nuova R1: una citycar elettrica con oltre 300 chilometri di autonomia. La vettura era già stata presentata sotto le vesti di prototipo in occasione del Salone di Pechino 2018. Per averla si parte da 58mila yuan, circa 7.500 euro.

Nata per la città

La nuova proposta del marchio cinese riprende nelle forme e nello stile le utilitarie più apprezzate dalla clientela europea. La vettura è equipaggiata con un pacco batterie da 33 chilowattora e un propulsore capace di erogare 35 chilowatt di potenza massima. La velocità di punta dichiarata è di circa 100 chilometri orari. Prestazioni più che sufficienti per rapidi spostamenti cittadini.

"Piccola" rivoluzione

Con la Ora R1 Great Wall punta a elettrificare tutta la Cina. L'obiettivo del brand a zero emissioni è quello di offrire auto a batteria a basso costo, senza trascurare la qualità degli assemblaggi e dei materiali: il costruttore asiatico garantisce la vettura per tre anni o 120.000 chilometri. Sulle componenti elettriche la copertura è di otto anni o 150.000 chilometri.

La novità più grande riguarderà poi l'esperienza vissuta dal cliente: "Con Ora sostituiremo le tradizionali attività di vendita e assistenza con un modello high tech e digitalizzato. Disponiamo di store intelligenti nei distretti centrali delle città cinesi, oltre al grande cloud di dati creato come risultato delle informazioni raccolte dall'applicazione Ora. Il nostro obiettivo è ritagliare l'offerta sulla base delle richieste dei nostri clienti, offrendo molteplici possibilità di personalizzazione soprattutto per i più giovani", ha dichiarato Ning Shuyong, direttore generale di Ora e vicepresidente di Great Wall.

Tag

Cina  · great wall  · Ora R1  · 

Ti potrebbe interessare

· di Sergio Benvenuti

Il costruttore asiatico ha annunciato un piano di investimenti per la mobilità sostenibile pari a 2,5 miliardi di euro. Tre nuovi modelli entro il 2020