Ultimo aggiornamento  22 maggio 2019 22:40

Mercato auto, calo nel 2018.

Samuele Maria Tremigliozzi ·

E' calato il sipario sul 2018. Non l'annata migliore per il mercato auto italiano: 1.910.025 vetture immatricolate, una variazione negativa del 3,1% rispetto ai volumi del 2017. La leggera crescita di dicembre (+2%) non è bastata. Sono i risultati rilasciati dall'Unrae, l'Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri.

Il segno negativo sul consuntivo mancava dal 2013, quando venivano targate - in confronto a oggi - circa 700mila vetture in meno. Le nuove norme di omologazione Wltp hanno, però, influito negativamente sull'andamento generale del mercato.

I gruppi

Primato Fiat Chrysler: 502.707 unità immatricolate nel 2018, -10,4% rispetto alle 560.869 esemplari consegnati l'anno precedente. La holding italo-americana scende di oltre 2 punti percentuali nella quota di mercato, ora intorno al 26,3%. Destino opposto per Psa che cresce nelle vendite del 33%. La variazione nelle consegne è però influenzata dall'acquisizione del marchio Opel (ex General Motors). Terzo Volkswagen con 271.091 nuove targhe (+7,24%), circa 18mila unità in meno rispetto ai francesi. Seguono Renault (-2,6%) e Ford (-3,4%). 

I marchi

Fiat chiude il 2018 al primo posto, ma registra una brusca flessione: 323.342 nuove targhe, quasi un quinto in meno (-19,7%) di quanto immatricolato l'anno precedente. I risultati si riflettono anche sulla quota di mercato, ora poco inferiore al 17% con una contrazione di 3,5 punti percentuali. Seconda Volkswagen: 162.775 unità, una crescita del 12,4% rispetto al 2017. La quota di mercato del marchio di Wolfsburg si attesta all'8,5% (+1,2 punti percentuali). Ford al terzo posto con 129.563 vetture vendute, una flessione del 3,4% rispetto ai 134.124 esemplari consegnati nel 2017. Le auto del marchio di Detroit sono apprezzate dal 6,8% degli italiani. Seguono Renault (-6,4%) e Peugeot (+4%).

Jeep è il primo marchio premium in Italia - e l'unico del portafoglio Fca a chiudere in positivo - con 84.535 nuove targhe, una crescita del 70,8%. Perdono terreno i tedeschi: nel 2018 Mercedes registra una flessione del 7,1%, in calo anche Audi (-6,5%) e Bmw (-6,2%). Negativo il bilancio di Alfa Romeo: -4,9% rispetto al 2017. 

I modelli

La Fiat Panda è al vertice nella classifica delle auto più apprezzate dagli itliani con 124.260 immatricolazioni. Seguono Renault Clio (51.628), Fiat 500X (49.931), Lancia Ypsilon (48.555) e Jeep Renegade (41.960). 

Dominio suv: oltre 740mila nuove targhe nel 2018, +21% rispetto ai risultati del 2017. Tra le vetture a guida alta, crescono i modelli compatti (segmento B e C rispettivamente +46% e +20%). In ascesa le taglie più grandi (segmento F) con una variazione positiva del 65%.  

Le alimentazioni

Destino segnato per le vetture diesel? Il bilancio del 2018 parla di ben 138mila unità in meno rispetto al 2017 (-12,3%), volumi in buona parte confluiti nel cumulato delle vetture a benzina (+7,9%). In discesa il Gpl (-3,5%), +14,3% il metano.

Segno più per le ibride con una variazione del 30%, vale a dire oltre 20mila esemplari in più rispetto al 2017. Le elettriche chiudono con 5mila unità targate (+148,5%) e la loro quota di mercato si attesta intorno allo 0,3%.

Tag

2018  · Mercato auto  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Si prevedono vendite stabili dopo un 2018 in flessione di circa il 3%. Molte le novità attese dai costruttori, Fiat Chrysler in difficoltà