Ultimo aggiornamento  17 febbraio 2019 01:36

Le 25 perle di Natale.

Giuseppe Cesaro ·

Venticinque. Come il Natale. Canzoni tra le più belle mai dedicate alla festa più festa dell’anno. Una compilation ideale da ascoltare sia a casa che in automobile, sì viaggiando. Canzoni che tutto il mondo conosce e ama. Gioielli del grande repertorio anglosassone, che sono stati interpretati praticamente da tutti i più grandi musicisti jazz, blues, rhythm and blues, gospel, soul, country, rock e pop. Qui, in una serie di versioni sorprendenti, per arrangiamenti, sonorità, vocalità. E, soprattutto, per i nomi – stellari e, spesso, inaspettati – degli interpreti. Una playlist inedita – creata per l’Automobile - che ci accompagnerà in un viaggio lungo duecento anni attraverso alcune tra le più belle melodie mai scritte.

1. Silent Night, 1818

Si parte con Silent Night: Stille Nacht (‘Notte silente’), nell’originale tedesco. 1816, Joseph Mohr, un prete di Salisburgo, scrive il testo. Due anni dopo, Franz Xaver Gruber, maestro elementare e organista, lo mette in musica. Prima esecuzione: Natale 1818. Quella che suggeriamo, è la versione – chitarra e voce – di una delle più grandi voci d’America. “Una voce dal centro della Terra: diversa da qualunque cosa avessi sentito”, ha detto di lui Bob Dylan. Parliamo di Johnny Cash: una leggenda. L’incisione è del 1972. Non è la prima volta che "The Man in Black" si confronta con questo classico. La prima, è stata nel 1963. Scegliete quella che preferite. Vi lasceranno entrambe senza fiato.

2. Jingle Bells, 1857

A metà Ottocento (1857) troviamo un brano che sembra scritto ieri:Jingle Bells(‘Tintinnate campanelle’). L’autore di una delle canzoni più conosciute e cantate al mondo si chiama James Lord Pierpont, ed è un organista e compositore originario del New England. Ma non siamo solo noi terrestri a cantarla: la conoscono anche nello Spazio. Anche se pochissimi lo sanno, infatti, Wally Schirra Jr. e Thomas P. Stafford l’hanno intonata a bordo della navicella Gemini 6: era il 1965. Quarant’anni dopo (2005), Diana Krall, ne inciderà una bellissima versione jazz, accompagnata dalla Clayton-Hamilton Jazz Orchestra.

3. Away in a Manger, 1885

Arrivati a fine Ottocento (1885), troviamo un altro gioiello: Away in a Manger (‘Lontano, in una mangiatoia’). Il testo è opera di anonimo. Della musica esistono due versioni: una inglese (William J. Kirkpatrick) e una americana (James R. Murray). La versione che abbiamo scelto (1979) è l’arrangiamento di Jonathan E. Spillman, interpretato da Emmylou Harris: una delle più grandi voci country e bluegrass.

4. In The Bleak Midwinter, 1911

Agli inizi del Novecento, invece, risale la sognanteIn The Bleak Midwinter(‘Nel gelido inverno’), ispirata a una poesia omonima pubblicata dalla poetessa italo-inglese Christina Rossetti nel 1872. La veste melodica migliore è quella del 1911, firmata dall’organista e compositore inglese Harold Darke. Nel 2004, la voce e la chitarra di James Taylor – assolutamente perfette entrambe - ne hanno dato un’interpretazione indimenticabile.

5. Santa Claus is Coming to Town, 1932

Santa Claus is Coming to Town (‘Babbo Natale sta arrivando in città’, 1932) è la spumeggiante canzone natalizia che apre il ventennio d’oro delle ballate natalizie americane. È firmata Haven Gillespie (testo) e J. Fred Coots (musica) ed è stata interpretata da tutti i più grandi nomi della scena internazionale. La versione più trascinante, però, è, senza ombra di dubbio, quella 1975 di Bruce Springsteen e The E Street Band. Natale non potrebbe essere più rock di così.

6. Winter Wonderland, 1934

Il 1934 è l’anno di un altro grande classico: “Winter Wonderland” (‘Paesaggio invernale incantato’). Lo scrivono Richard B. Smith (testo) e Felix Bernard (melodia), ascoltatelo nella sorprendente interpretazione (1964) di una superlativa Aretha Franklin.

7. I've Got My Love to Keep Me Warm, 1937

"I've Got My Love to Keep Me Warm" (‘Ho il mio amore che mi riscalda’), scritta da Irving Berling (lo stesso di “White Christmas” nel 1937, è una (bellissima) canzone d’amore e non un inno natalizio. Da sempre, però, per l’atmosfera e alcune frasi del testo, viene inserita negli album di Natale delle star. Ascoltate la versione 1955 dell’inarrivabile Billie Holiday: una voce come la sua è uno dei doni più preziosi che si possano ricevere.

8. White Christmas, 1940

White Christmas ("Bianco Natale"), per molti “LA canzone di Natale”, è stata scritta dal grande Irving Berlin nel 1940. Oscar per la migliore canzone del ’43, con oltre 50 milioni di copie, è il singolo più venduto in assoluto. Al terzo posto di questa classifica, un altro classico natalizio: “Silent Night” (30 milioni) nella versione incisa da Bing Crosby nel 1935. È sempre Bing Crosby a dare voce alla “White Christmas” più amata: quella del 1942. Ma, se volete raddoppiare l’incanto, ascoltatela in un duetto che non ha confronti: Bing Crosby e Frank Sinatra, in uno speciale televisivo natalizio del 1957.

9. Little Drummer Boy, 1941

Bellissima, poetica, struggente, “Little Drummer Boy” (‘Piccolo tamburino’) è stata scritta nel 1941 dalla compositrice americana Katherine Kennicott Davis. Suggeriamo la versione 2003 di un’altra grande voce nera: Whitney Houston, qui in coppia con la bellissima voce di sua figlia Bobbi Kristina Brown, che all'epoca aveva solo 10 anni.

10. Have Yourself a Merry Little Christmas, 1943

Di Frank “The Voice” Sinatra, invece, è l’interpretazione (1957) più “cool” di un altro super-classico: “Have Yourself a Merry Little Christmas” (‘Passate un Natale felice’), scritta nel 1943 da Hugh Martin e Ralph Blane ed incisa, per la prima volta, dalla sublime Judy Garland nel 1944.

11. I’ll Be Home For Christmas, 1943

Il 1943 regala al songbook natalizio un’altra canzonissima: I’ll Be Home For Christmas(‘Sarò a casa per Natale’). Siamo in piena Seconda Guerra Mondiale: Buck Ram, Kim Gannon e Walter Kent firmano un brano intenso e struggente. Un soldato americano di stanza in Europa, scrive ai suoi il desiderio di passare il Natale a casa con loro. “Sarò a casa per Natale – recita l’ultimo, malinconico, verso – anche se soltanto nei miei sogni”. La prima incisione ha la voce di Bing Crosby, ma noi suggeriamo di ascoltare la versione 2001 di una delle più grandi voci di sempre: Barbara Streisand. La guerra lascia il posto all’amore, ma la meraviglia non cambia.

12. The Christmas Song, 1944

The Christmas Song” (‘La canzone di Natale’) - scritta nel 1944 da Mel Tormé (a soli 19 anni): il testo è di Bob Wells – è forse la più bella canzone di Natale del Novecento. L’interpretazione più conosciuta è quella di Nat King Cole (1961), ma la più bella è certamente quella che lo stesso Tormé e Judy Garland - la voce “bianca” più bella del Novecento – ne danno al “The Judy Garland Christmas Show” del 1963.

13. Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow!, 1945

Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow!(‘Lascia che nevichi’), è un trascinante standard natalizio scritto, nel 1945, da Sammy Cahn (testo) e Jule Styne (musica) e interpretata originariamente da Vaughn Monroe. Ascoltatela nell’interpretazione (1960) della voce nera più grande del Novecento: Ella Fitzgerald.

14. Merry Christmas Baby, 1947

Merry Christmas Baby” (‘Buon Natale piccola’): standard del R&B, scritto da Lou Baxter e Johnny Moore e inciso, per la prima volta, nel ’47. Una delle versioni che appassionano di più è quella incisa da Etta James insieme a una ensemble di jazzisti di prim'ordine nel  suo “12 Songs of Christmas” (‘12 canzoni di Natale’) del 1998.

15. Blue Christmas, 1948

Non è Natale senza il timbro caldo, suadente e avvolgente della grande voce di Elvis “The Pelvis” Presley. La sua interpretazione di Blue Christmas (‘Natale triste’, 1957) –scritta, nel 1948, da Billy Hayes e Jay W. Johnson - è inarrivabile. Chi ha detto che il Natale non può essere sexy?

16. Rudolph the Red-Nosed Reindeer, 1949

Rudolph the Red-Nosed Reindeer” (‘Rudolph la renna con il naso rosso’) è uno dei classici natalizi più amati da grandi e piccoli. Scritta nel 1949 dal compositore statunitense Johnny Marks, si basa sulla storia di Rudolph, la renna col naso rosso, scritta da suo cognato Robert L. May. È una storia di riscatto e rivincita. Rudolph - preso in giro ed emarginato da tutte le altre renne – trova, finalmente, il suo momento di gloria quando Babbo Natale - in una notte di nebbia talmente fitta che solo il naso rosso di Rudolph può illuminarla - gli chiede di guidare la slitta, per consentirgli di consegnare i regali. Ascoltate la splendida versione jazz 2013 di  Mary J. Blige.

17. Must be Santa, 1960

Must be Santa” ("Dev'essere Babbo Natale") è un'allegra e scoppiettante ballad natalizia, scritta nel 1960, da Hal Moore e Bill Fredericks, interpretata dal Premio Nobel per la letteratura, Bob Dylan (2009), nel sorprendente - e divertente - mix di blues, folk, tex-mex, cajun e country che pervade i 15 super-classici natalizi dell’album del 2009Christmas in the Heart” (‘Natale nel cuore’). 

18. Please Come Home For Christmas, 1960

Please Come Home For Christmas” (‘Per favore, torna a casa per Natale’), scritta nel 1960 dal pianista blues Charles Brown e da Gene Rodd è una melanconica invocazione a ritrovare l’amore perduto. “Le campane suoneranno notizie liete, ma che Natale triste: la mia bambina se n'è andata e non ho neanche un amico che mi faccia gli auguri”. Bellissima la versione originale R&B di Brown, molto bella quella di Bon Jovi (2013), ancora più bella – per la filigrana inimitabile della voce di Don Henley – quella incisa da The Eagles nel 1978, entrambe fedeli allo spirito R&B del pezzo.

19. It's the Most Wonderful Time of the Year, 1962

It's the Most Wonderful Time of the Year (“È il più fantastico periodo dell’anno’), scritta da Edward Pola e George Wyle è stata incisa e portata al successo nel 1962 da Andy Williams: ideale per un Natale in perfetto stile musical hollywoodiano.

20. Someday at Christmas, 1967

Someday at Christmas” (‘Un giorno, a Natale’): bellissima. Scritta da Ron Miller e Bryan Wells, appare per la prima volta nell’omonimo album di Natale del 1967 dell’immenso Stevie Wonder. Ma una versione ancora più bella è quella interpretata nel 2015 dallo stesso Wonder (il cui cognome, non a caso, significa ‘stupore’, ‘meraviglia’, ‘prodigio’) e Andra Day. Natale da brividi.

21. Happy Xmas (War is over), 1971

È il 1971 quando John Lennon – pochi mesi dopo lo scioglimento dei Beatles - firma il suo natale pacifista “Happy Xmas (War is Over)” (‘Felice Natale: la guerra è finita’). Basata su una vecchia melodia folk (“Stewball”), il brano, estremamente orecchiabile e coinvolgente (anche grazie alla partecipazione del The Harlem Community Choir), diventa subito uno standard e una delle più amate canzoni di Natale della seconda metà del Novecento.

22. Wonderful Christmas Time, 1979

Wonderful Christmas Time” (‘Meraviglioso tempo di Natale’) un Natale spensierato e giocoso, firmato da Paul McCartney in un 45 giri del 1979 il cui lato b presenta una versione strumentale in salsa reggae di Rudolph the Red-Nosed Reindeer: Rudolph the Red-Nosed Reggae.

23. Do They Know It’s Christmas?, 1984

Do They Know It’s Christmas?” (‘Loro sanno che è Natale?’), scritta da Bob Geldof e Midge Ure e interpretata, nel 1984, dal supergruppo Band Aid – composto, tra gli altri, da Paul McCartney, David Bowie, Phil Collins, Sting, Bono Vox, Paul Weller, George Michael, Boy George, Duran Duran, Spandau Ballet e Ultravox – è il brano con il quale il meglio della grande musica inglese raccoglie fondi per l’Etiopia, travolta da una grave carestia. Natale solidale.

24. All I Want for Christmas Is You, 1994

All I Want for Christmas Is You(‘Tutto ciò che voglio per Natale sei tu’), tornata in vetta alle classifiche proprio in questi giorni, è una trascinante canzone natalizia, incisa nel 1994 da Mariah Carey, che è anche autrice del testo. La musica di questo brano, divenuto in poco tempo uno standard, è firma dal compositore e produttore Walter Afanasieff.

25. For Love On Christmas Day, 2018

For Love On Christmas Day” (‘Per amore nel giorno di Natale’) Eric Clapton, 2018). Romantica canzone d’amore in atmosfera natalizia, incisa dal chitarrista inglese lo scorso ottobre, nel suo primo album dedicato al Natale (“Happy Xmas”, ‘Felice Natale’): 14 canzoni tra standard senza tempo e brani blues, rock, pop e ballad originali, dedicate alla festa più celebrata dalla musica.

Tag

l'Automobile  · Natale  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

La cartolina natalizia della Casa tedesca riproduce un'immagine che confermerebbe le intenzioni di produrre una spiaggina elettrica