Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 14:05

Ford, più privati in Italia.

Stefano Antonetti ·

Taglio ai chilometri zero e alle vendite “sottocosto” ai noleggiatori. La strategia di Ford per l’Italia è chiara: puntare al target privati. “Quote di mercato sane per i clienti, la rete e l’azienda”, ha spiegato Fabrizio Faltoni, presidente e amministratore delegato del marchio americano nel nostro Paese. 

Meno diesel

Una politica che sembra dare frutti: “Il peso delle vendite private da agosto a novembre è pari all’82% dei nostri volumi e al 67% da inizio anno”. Se il risultato, almeno nei primi 11 mesi, complessivo delle vendite vede un -3,2%, qualcosa cambia dal punto di vista delle alimentazioni: il diesel nelle vendite Ford passa dal 68% dello scorso anno al 59% di questo 2018, con la benzina che ora vale il 38% della mix.

Una su tre è suv. Ecosport regina

A trainare le vendite sono i suv con il 38% dei volumi complessivi e un valore di oltre 45mila unità. Risultato nel quale si distingue la Ecosport: 28mila immatricolazioni, leadership del segmento sul canale privati e Italia primo mercato in Europa. Primato anche per Ka+ e Fiesta che insieme sono in testa nel segmento B (sempre per vendite a privati) con l’11,8% del mercato. Bene per la redditività di Casa e rete la Fiesta, venduta in oltre il 30% dei casi, in versione più “ricca” ST e Vignale. E positivi anche i numeri che arrivano dalla nuova Focus: dal lancio di settembre al secondo posto nel segmento C per immatricolazioni a privati.

Prossimo anno e futuro

Per il 2019 Ford si aspetta un mercato auto complessivo italiano di 1,974 milioni, più o meno sullo stesso livello del 2018, delle quali 1,109 milioni riconducibili ad una clientela privata. Il prossimo anno il marchio americano lancerà la versione Active della Focus che dovrebbe raccogliere, almeno secondo le intenzioni, il 40% dei volumi della berlina, la nuova generazione della Edge e avviare a fine anno la produzione della nuova Kuga sviluppata sulla piattaforma della stessa Focus.

Spazio anche per l’elettrificazione: a febbraio la Mondeo wagon Hybrid, a giugno Transit Custom e Transit 2T con il mild hybrid e a settembre l’ibrido ricaricabile plug-in su Transit Custom.

Primato sui commerciali

Ford i conferma leader sui veicoli commerciali: primo posto da 4 anni in Europa con il 14,2% del mercato, quota che sale in Italia al 15,8% (pari a 22.600 unità anno, erano 5mila nel 2012). Merito in particolare di Transit e Tourneo Custom e di Ranger, in testa nella speciale classifica dei pick-up. “Per il 2019 ci aspettiamo un mercato interno da 175mila in linea con il 2018”, la stima di Marco Buraglio, responsabile veicoli commerciali di Ford Italia. Volumi però destinati, almeno in teoria a crescere, visto che il 33,2% del parco circolante italiano della categoria non è neppure Euro 3 e al 53,7% ante Euro 4. Ricambio necessario per l'aria delle nostre città.

Tag

Diesel  · Ford  · Italia  · SUV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Elisa Malomo

Ad Åre, in Svezia, a bordo del nuovo suv americano. Inedito motore bi-turbo EcoBlue 2.0 Awd, tanta sicurezza e un sistema di connessione all'avanguardia. Prezzi da 50.400 euro

· di Samuele Maria Tremigliozzi

I due colossi collaboreranno alla realizzazione di progetti per elettriche e robot. Possibile un investimento dei tedeschi in Argo, il partner per le autonome della Casa di Detroit