Ultimo aggiornamento  24 ottobre 2020 02:24

Waymo, auto robot nel mirino.

Valerio Antonini ·

Sono almeno 21 gli episodi di atti vandalici e intimidatori compiuti, dall'inizio del 2017 a oggi, ai danni delle auto robot di Waymo. Alcune hanno avuto le gomme tagliate. Le forze dell’ordine di Chandler - area urbana di 250mila abitanti dove sono in corso di svolgimento i test sulle autonome - hanno confermato come a farne le spese siano stati anche i tecnici  a bordo. Alcuni sono addirittura stati minacciati con armi da fuoco. Il caso più eclatante ha visto un uomo sulla sessantina fermarsi per protesta davanti a uno dei mezzi autonomi e bloccarlo fino all'arrivo della polizia.

Minoranza pericolosa

La maggior parte della comunità “ha accolto con entusiasmo le potenzialità della guida autonoma” - ha dichiarato un portavoce di Waymo in una nota - “Sono in pochi quelli che ci ostacolano, forse impauriti da innovazioni tecnologiche così rivoluzionarie. La polizia collabora attivamente per garantire la massima sicurezza ai nostri tecnici a bordo, incaricati di chiamare le forze dell’ordine in qualsiasi situazione li faccia sentire in pericolo”. 

L’azienda californiana ha appena lanciato nella contea di Maricopa, sempre a Phoenix, la sua prima flotta di taxi autonomi, attraverso il servizio Waymo One.

Tag

Arizona  · Phoenix  · Waymo  · Waymo One  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Borgognone

Prima corsa per il servizio di ride hailing senza conducente a Phoenix, Arizona. Il ceo John Krafcik: "Il viaggio è iniziato dieci anni fa. Oggi facciamo un passo ulteriore"