Ultimo aggiornamento  15 dicembre 2018 10:39

Curtiss Hera, il V8 ora è elettrico.

Antonio Vitillo ·

Nel mercato delle moto elettriche a stelle e strisce si aggiunge la Hera, secondogenita a batterie di Curtiss. Non sarà l'unica visto che dalla stessa Casa nel 2020 uscirà la Zeus, modello che si può già prenotare e il cui costo è di 60mila dollari.

Hera – nella mitologia greca la moglie di Zeus - si ispira ad una storica motocicletta V8 del 1907. Un esemplare che con i suoi 136 chilometri orari di velocità, aiutò Glenn Curtiss a conquistare il titolo di “uomo più veloce della terra".

Un segmento tutto suo

La Curtiss Hera ha una batteria proprietaria che rende omaggio proprio allo storico modello a otto "cilindri", ma con accumulatori agli ioni di litio tra i più tecnologicamente avanzati. Il motore “E-Twin”, sviluppato in collaborazione con Zero Motorcycle, visto per la prima volta nella Zeus, è costituito da due unità elettriche, accomunate da unico albero. Nella Hera, il motore si trova sotto al sedile e sembra utilizzare una trasmissione finale a cinghia. La moto è lunga e bassa, usa freni a disco, l’ammortizzatore posteriore è fulcrato sotto la sella. Le specifiche dettagliate e i prezzi non sono ancora noti.

"Abbiamo deciso - ha commentato Matt Chambers, l'amministratore delegato di Curtiss Motorcycles - di creare la moto più lussuosa del mondo. Con la prima batteria ad architettura V8, un potente motore E-Twin, Hera sarà la prima di un nuovo segmento". 

Tag

Curtiss  · Hera  · Moto elettrica  · Zero Motorcycles  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Usa Confederate cambia nome e anche motori: ora si chiamerà come un pioniere dell'aviazione e farà presto solo moto elettriche