Ultimo aggiornamento  19 ottobre 2019 21:27

Ford, il futuro allo specchietto.

Giovanni Passi ·

Ford ha brevettato un sistema per nascondere i dispositivi lidar - apparecchio per il telerilevamento di ostacoli e oggetti in lontananza - all'interno degli specchietti retrovisori delle sue vetture a guida autonoma. Secondo quanto riportato, l'alloggiamento sperimentato verrà prodotto con materiali in grado di ridurre la dispersione delle onde elettromagnetiche prodotte dagli strumenti laser durante il loro funzionamento.

Migliora l'aerodinamica 

Perché un'auto autonoma dovrebbe montare degli specchietti? I veicoli driverless - completamente gestiti da software di intelligenza artificiale - non necessitano di alcun tipo di retrovisore. La realtà circostante viene ricostruita grazie agli impulsi emessi da radar, lidar e sensori (funzionamento simile a quello dei sottomarini) generalmente inseriti in ingombranti appendici poste sul tetto della vettura. L'integrazione all'interno delle calotte degli specchietti dei dispositivi laser permetterebbe un risparmio di peso e un notevole miglioramento dell'aerodinamica

L'invenzione potrebbe già essere disponibile sulle auto a guida autonoma che il costruttore statunitense ha intenzione di lanciare sul mercato a partire dal 2021 grazie a Argo AI, la start up finanziata da Ford per lo sviluppo di sistemi di intelligenza artificiale.

Tag

Autonome  · Ford  · Lidar  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Calano i costi e cresce il mercato dei sistemi di telerilevamento degli oggetti tramite laser, che aiutano a frenare e a tenere le distanze