Ultimo aggiornamento  19 febbraio 2019 15:34

Fca, prime notizie sul piano Italia.

Stefano Antonetti ·

Prime indiscrezioni sul piano per l'Italia di Fiat Chrysler (Fca) che il nuovo responsabile dell’area Emea, Pietro Gorlier presenterà il prossimo 29 ottobre. Arrivano dalla Reuters. Secondo l’agenzia di stampa, Fca potrebbe riempire le linee produttive degli stabilimenti italiani – oggi girano intorno al 50% - con Jeep e l’atteso nuovo grande suv Alfa Romeo: una piccola del marchio americano (la “baby Jeep”), sviluppata sul pianale della Fiat Panda, è attesa a Pomigliano, la Compass andrebbe a Melfi e l’Alfa a Mirafiori (da dove esce la Maserati Levante). La Alfieri di Maserati invece potrebbe essere prodotta a Modena.

Nodo Pomigliano e Mirafiori

“Ci sono grandi attese negli stabilimenti, vogliamo avere certezze su quali modelli saranno assegnati all’Italia e sui tempi di realizzazione”, dice alla Reuters Gianluca Ficco, responsabile settore auto della Uilm. “Abbiamo urgenza di sapere innanzitutto la missione degli stabilimenti che vedono scadere gli ammortizzatori sociali (il polo torinese dove si produce Maserati e Pomigliano a fine 2019)”. Confermato l’arrivo di 500 Giardiniera ed elettrica, modelli che rientrano nei 9 miliardi di euro che Sergio Marchionne aveva annunciato per l’elettrificazione di Fca.

La cessione di Comau

Altre notizie che interessano l'Italia arrivano questa volta da Bloomberg: Fca potrebbe cedere Comau, divisione che si occupa di robot industriali, la cui quotazione sarebbe tra 1,5 e 2 miliardi di euro. L'operazione seguirebbe quella di Magneti Marelli passata lo scorso ottobre nelle mani dei giapponesi di Calsonic Kansei per 6,2 miliardi di euro.

Tag

FCA  · Italia  · Pietro Gorlier  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Calo di produzione del 5,8% nel terzo trimestre nelle fabbriche italiane. Dal nuovo amministratore delegato risposte su tempi e investimenti per i nuovi modelli