Ultimo aggiornamento  15 dicembre 2018 09:57

Addio a Stan Lee, l'uomo Marvel.

Carlo Cimini ·

Dopo quasi un secolo di vita dedicata alla fantasia il geniale produttore di fumetti Stanley Martin Lieber, noto col nome d'arte di Stan Lee, è mancato all'età di 95 anni. Lee è famoso a livello globale come il padre dei più celebri supereroi targati Marvel: su tutti Spiderman, I Fantastici Quattro, X-Men e Avengers.

Protagonisti di epiche battaglie e di straordinarie missioni per salvare l'intera umanità o semplicemente (si far per dire) per garantire l'ordine in città, questi personaggi Marvel però risultavano anche umani, molto vicini alla realtà, nonostante fossero dotati di poteri incredibili. Alcuni di loro contavano sull'aiuto di mezzi a due o quattro ruote per risolvere intricate missioni: l'auto o la moto risultava a volte essere una indispensabile compagna di avventure. Scopriamo per chi.

Vendicatori a due ruote

Fra quelli che utilizzano un veicolo come strumento imprescindibile delle loro avventure, il più importante è Ghost Rider. Il motociclista Johnny Blaze (pseudonimo del protagonista) debutta su Marvel Spotlight nell'agosto del 1972. Blaze guida una classica chopper (moto protagonista tra gli altri anche del leggendario film del 1969 Easy Rider), che dal dicembre 1973 vediamo sfrecciare tra le auto lasciandosi dietro una serie di scie di fuoco, quando il suo personaggio accetta di farsi possedere da un demone della vendetta (Zarathos), trasformandosi in una creatura infernale, pur di salvare la vita del padre adottivo. Dal 1975 la due ruote di Blaze sfoggia a ogni avventura una nuova personalizzazione, facendo della "customizzazione" un suo segno distintivo.

Un eroe a due ruote è anche The Punisher, altro personaggio della Marvel che, a volte in maniera brutale, va a caccia di rivalsa. In sella a una motocicletta diventa vigilante e anti eroe in ricordo della sua famiglia uccisa dalla mafia e impiega tutte le sue abilità per combattere qualsiasi criminale al mondo.

L'eroe a stelle e strisce

Ben più famoso e conosciuto è Capitan America, uno degli immortali del fumetto. Il vendicatore dallo scudo  con la stella, difensore della patria americana, nasce come fenomeno di propaganda nel 1941, durante la  seconda guerra mondiale. Viene ripreso nel 1964 da Stan Lee che ne trasforma totalmente l'immagine. La moto a stelle e strisce è da sempre uno dei mezzi preferiti del "Capitano". La sue due ruote assomiglia in tutto e per tutto alla Harley-Davidson, e incarna gli aspetti iconici, eroici del marchio, simbolo di libertà.

La "creatura" per eccellenza di Stan Lee è però senz'altro Spiderman. In realtà se ci fermiamo a pensare qualche minuto a Peter Parker (alter ego del protagonista mascherato) sembra impossibile trovare riferimenti a delle quattro ruote nella sua storia. Eppure un'auto legata all'Uomo Ragno esiste e risale agli anni settanta: si tratta della Ragno-Mobile presente nel numero 126 di The Amazing Spider-Man, scritto da Gerry Conway e disegnato da Ross Andru. Spiderman chiede aiuto all'amico Johnny Storm per costruire il veicolo. Una volta completato, i due effettuano un test drive in città durante il quale si imbattono in un gruppo di criminali. La Ragno-Mobile venne poi inspiegabilmente abbandonata dagli autori.

Tra gli altri personaggi di Stan Lee, I Fantastici 4 spesso usano mezzi volanti per completare le loro missioni. Non tanto Torcia Umana capace di volare o Mister Fantastic che riesce ad allungare gli arti, ma soprattutto la Donna Invisibile e la Cosa, i più "umani" tra i quattro.

Anche Wolverine non possiede particolari mezzi di trasporto (molti anni fa uscì la Mutantcycle di Logan ma niente più) così come per il "chiacchierone" e bizzarro antieroe Deadpool. Infine per quanto riguarda Hulk e Thor, i due sembrano più che altro allergici ai mezzi di locomozione e di solito li fanno a pezzi con un solo gesto.

Tag

Fumetti  · I Fantastici 4  · Marvel  · Spiderman  · Stan Lee  · Supercar  · 

Ti potrebbe interessare

· di Giuseppe Cesaro

L'inventore dei Peanuts compirebbe 96 anni. Storia di un genio che ha rivoluzionato il mondo dei fumetti con le sue strisce quotidiane. Prestate anche alla pubblicità di un'auto

· di Valerio Antonini

In Giappone la tradizione dei fumetti è molto radicata. Ecco i più famosi tra quelli legati al mondo delle automobili

· di Valerio Antonini

Le abbiamo viste tante volte in televisione, al cinema o disegnate dalle migliori matite sui nostri giornali preferiti. Sono frutto dell'immaginazione, ma esistono davvero

· di Redazione

I tedeschi propongono una nuova edizione della fortwo in livrea nera e rossa: aggressiva e sportiva la piccola viene proposta in due versioni