Ultimo aggiornamento  18 novembre 2018 22:12

Mobike, niente app ai furbetti del parcheggio.

Marina Fanara ·

Pugno duro di Mobike a Bologna contro i furbetti del bike sharing a flusso libero: chi lascia la bici in un'area privata non può più utilizzare il servizio, perché l'app a cui è registrato viene automaticamente bloccata.

Troppe bici in sosta privata

Nel capoluogo emiliano, l'abitudine di parcheggiare il mezzo in uno spazio privato, non accessibile quindi ad altri utenti, a quanto pare è molto più diffusa rispetto ad atti di vandalismo e per questo il gestore ha ritenuto necessario adottare questo provvedimento.

"Chi usa le Mobike", ricorda il comune di Bologna in una nota, "deve fare attenzione a lasciare la bicicletta in modo responsabile e accessibile al successivo utilizzatore. Purtroppo, invece, i mezzi chiusi in proprietà private diventano inutilizzabili e generano disservizi". 

Un rimedio necessario

In realtà, l'iniziativa contro i clienti scorretti è stata avviata lo scorso aprile, ma solo ora l'azienda dà un primo bilancio parlando di "risultati soddisfacente". A quanto pare, insomma, da quando è stato attivato il blocco dell'app, il fenomeno si è notevolmente ridotto. Tra l'altro, la decisione di ricorrere a questo sistema di controllo dei parcheggi è stata presa anche in vista del lancio delle e-bike, previsto a breve, che potrebbe essere soggetto al rischio di "privatizzazione" da parte degli utenti.

Alessandro Felici, amministratore delegato di Evlonet, azienda che rappresenta Mobike in Italia, ha sottolineato che "il bike sharing è un servizio di mobilità sostenibile in condivisione e come tale deve essere utilizzato. Molti cittadini invece trattano le nostre bici come fossero a loro uso e consumo. Per questo abbiamo deciso di intervenire in modo importante affinché i mezzi siano sempre disponibili e per offrire a tutti i nostri utenti un servizio efficiente".

Tag

Bike Sharing  · Bologna  · Mobike  · Mobilità condivisa  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Parte il 27 ottobre l'auto condivisa in modalità elettrica gestita dall'azienda del trasporto pubblico locale: in flotta 120 Renault Zoe, 240 entro marzo 2019

· di Marina Fanara

Il successo del nuovo bike sharing spinge il colosso cinese a estendere il servizio in aree più periferiche della città: a due mesi dal debutto, oltre 200 mila noleggi