Ultimo aggiornamento  20 maggio 2019 10:25

Tesla, il terzo trimestre è positivo.

Samuele Maria Tremigliozzi ·

Tesla chiude il terzo trimestre 2018 in positivo: rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente crescono le vendite globali (+221%), grazie alle consegne (finalmente) della berlina Model 3. Un sospiro di sollievo per gli investitori e per il ceo Elon Musk: per la prima volta la Casa americana registra un utile e interrompe la lunga serie negativa con profitti per 311,5 milioni di dollari.

Grazie a Model 3

"Un terzo trimestre storico" così viene definito il periodo luglio-settembre 2018 dal management del costruttore californiano. Tutto merito della Model 3, che - dopo un avvio difficile - inizia a generare gli effetti sperati (e promessi) sui conti di Tesla.

Globalmente le vendite trimestrali della più giovane tra le elettriche di Musk ammontano a 56.065 unità (nello stesso periodo dello scorso anno erano state solo 222), valore che fa lievitare i volumi della casa americana: 83.775 vetture vedute tra luglio e settembre 2018 contro le 26.137 dello stesso trimestre 2017. In crescita anche Model X e S: nel terzo quarto dell'anno le unità consegnate sono 27.710, una variazione positiva del 6,96% rispetto ai 25.915 esemplari targati lo scorso anno.  

A casa Tesla ci tengono a far sapere che la Model 3 è stata la quinta auto più venduta negli Stati Uniti, tra le Sedan, grazie a ritmi produttivi sensibilmente migliorati ora pari a 4.300 vetture al giorno. D'ora in poi, l'obiettivo sarà rendere la nuova elettrica di Musk una vera "auto del popolo" e abbassare il prezzo di attacco da 49mila a 35mila dollari.

Conti ok

Sul fronte finanziario Tesla conferma l'andamento positivo registrato nelle vendite: l'utile del bilancio trimestrale consolidato (fa riferimento anche ai proventi ottenuti dalla divisione per l'energia) raggiunge quota 311 milioni di dollari. Nel periodo luglio-settembre 2017 la perdita ammontava a a 619,376 milioni di dollari. Con la Model 3, il fatturato per la divisione automotive sale 6,098 miliardi di dollari, +158% rispetto ai 2,362 miliardi di dollari del terzo trimestre 2017. Positivo anche il confronto con il secondo quarto 2018 (+82%).

Sembra che l'azienda di Musk abbia definitivamente smesso di bruciare capitale: in crescita anche i flussi di cassa della gestione operativa (relativi alle attività core della società) pari a 1,391 miliardi di dollari. Nello stesso periodo del 2017 l'uscita era pari a circa 300 milioni di dollari. Valore non banale quello dei "cash flows" in quanto ci dà un'indicazione chiara sull'ammontare delle risorse finanziarie nette prodotte dall’impresa, attraverso una ricostruzione reale dei flussi monetari

Tag

Elon Musk  · Model 3  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Valerio Antonini

Il manager rivela che durante "l'inferno" della produzione della Model 3 la sua azienda è stata a pochi giorni dal tracollo e che per salvarla ha lavorato 22 ore al giorno

· di Giovanni Passi

Il miliardario sudafricano conferma i prossimi modelli della Casa di Palo Alto: tre nuove vetture, una sportiva e due a ruote alte, di cui uno sarà un pick up

· di Edoardo Nastri

Il costruttore mette in vendita negli Usa una terza versione meno costosa, riducendo l'autonomia della batteria. E facendo fronte a una prossima riduzione degli incentivi

· di Redazione

L’azienda di Elon Musk fallisce l’obiettivo di produzione trimestrale della nuova berlina elettrica: solo 260 unità costruite invece di 1.500. Titolo giù in borsa