Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 22:39

Il futuro elettrico di Jaguar.

Paolo Odinzov ·

Jaguar potrebbe diventare un brand quasi esclusivamente elettrico nel medio periodo. Dopo la I-Pace, prima vettura a zero emissioni, la casa automobilistica di Coventry ha già in programma una versione a batteria della XJ. Un modo per festeggiare al meglio i 50 anni della celebre ammiraglia, ma anche l’ennesima riprova di quanto il marchio premium inglese (di proprietà dell’indiana Tata) stia mutando velocemente e in modo radicale per seguire le tendenze “verdi” della mobilità.

I sub brand di Bmw e Mercedes

Nel mercato del premium, c'è chi ha creato un sub brand per le vetture a batteria, blindando la produzione dei modelli con motori termici sotto il marchio originario. Mercedes ha appena lanciato EQBmw ha iniziato per prima nel 2011 con Bmw i.

Alla Jaguar, almeno per adesso, non sembrano tuttavia intenzionati a creare un nuovo sub brand per l'elettrico. La produzione dei modelli a batteria potrebbe essere fatta nello stabilimento inglese di Castle Bromwich sulla nuova piattaforma dedicata MLA EV a trazione integrale, con accumulatori provenienti dal sito di Coventry Hyperbat.

Tutta un'altra gamma

Secondo la rivista Autocar, la XJ potrebbe essere affiancata da un crossover completamente elettrico in sostituzione della XE e della XF a fine ciclo vita nel 2023, visto lo scarso successo di questi modelli sul mercato. E dal 2025, sempre secondo la rivista britannica, potrebbero essere mandati in pensione i modelli E-Pace e F-Pace, sostituiti dalla I-Pace che dopo sette anni sarebbe aggiornata.

Anche l’erede della F-Type, il cui debutto è previsto nel 2020, potrebbe essere tutta elettrica. A quel punto, soltanto il maxi suv J-Pace, programmato per il 2021, sarebbe l'unico a impiegare ancora motori termici o ibridi.

Tag

Auto Elettrica  · Jaguar  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La serie speciale Checkered Flag della F-Type festeggia la lunga stirpe di auto sportive realizzate dal marchio inglese a partire dalla XK 120 del 1948

· di Sergio Benvenuti

Il costruttore britannico presenta la seconda generazione della monoposto di Formula E. Il motore è prodotto in casa e in tutto sono stati sostituiti 800 pezzi

· di Valerio Antonini

Via libera alla Zero, versione convertita a batteria dell’iconica sportiva degli anni ’60 e considerata da Enzo Ferrari “l’auto più bella mai costruita”