Ultimo aggiornamento  23 ottobre 2018 19:51

Tesla si sistema a Shanghai.

Valerio Antonini ·

Tesla sta per comprare per 125 milioni di euro dei terreni vicino Shanghai per costruirci sopra la sua prima fabbrica fuori dagli Stati Uniti. Lo riferisce l’agenzia newyorkese Bloomberg secondo cui, in attesa di nominare il nuovo presidente entro metà novembre, il consiglio di amministrazione avrebbe già approvato il piano stanziando 1 miliardo di yuan (125 milioni di euro) per comprare dei terreni all’asta. Serve però la delibera del governo cinese. Tesla aveva raggiunto un accordo preliminare con l’amministrazione di Shanghai lo scorso luglio. Stando al piano operativo il costruttore Usa dovrebbe produrre in Asia almeno 500.000 unità all’anno. Secondo il vecchio progetto di Musk, però, ci sarebbero voluti quasi 2 miliardi di dollari per edificare un sito in grado di realizzarne solo la metà. Ora ce ne vogliono almeno 5.

Un posto da presidente

Prosegue poi il balletto di nomi sul nuovo presidente di tesla, posizione che Musk ha dovuto lasciare dopo lo scontro con la Sec, l'autorità di borsa americana. Secondo il Financial Times, potrebbe essere James Murdoch, ora amministratore delegato del colosso delle telecomunicazioni 21st Century Fox, fondata dal padre Rupert. Ma Musk ha subito smentito con un tweet: This is incorrect".

Tag

Elon Musk  · Financial Times  · James Murdoch  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Sergio Benvenuti

Dopo 5 anni agli ordini di Elon Musk, l'ingegnere americano rientra a "casa" per completare l'opera del Project Titan, l'auto della Mela