Ultimo aggiornamento  13 dicembre 2018 07:27

Joint venture in Cina, Bmw corre.

Paolo Odinzov ·

Bmw ha deciso di aumentare nel 2022 la quota nella sua joint venture cinese MW Brilliance Automotive al 75%, diventando di fatto il primo produttore estero che possiede il controllo di una società in Cina. L’operazione costerà alla Casa tedesca 3,6 miliardi di euro e ha avuto il via libera dopo l’annuncio di Pechino, nello scorso aprile, di cancellare la vecchia norma che impediva ai costruttori stranieri di prendere il controllo di società domestiche, fissando un tetto massimo al 50%. La nuova regolamentazione ha già eliminato a partire da quest'anno i limiti di acquisizione per le aziende produttrici di soli mezzi elettrici e nel 2022 prevede lo stesso per tutte le altre società congiunte.

Un mercato che fa gola a tutti

Con questa mossa, Bmw mira a incrementare in modo massiccio i profitti e ad aumentare la produzione nella Repubblica Popolare. Già oggi il 60% delle vetture acquistate in Cina appartiene a marchi stranieri, che producono in loco grazie a joint venture con industrie locali controllate dallo Stato. Da nove anni la Cina è in testa alle classifiche globali delle immatricolazioni, nel 2017 ha contato 28,8 milioni di unità equivalenti a quasi il 41% delle targhe nel mondo. Un mercato che fa gola, anche se la guerra commerciale in corso con gli Stati Uniti sta danneggiando le vendite.

Avanti tutta con l'elettrico

Bmw ha esteso la durata della joint venture con Brilliance dal 2028 al 2040 e ha dichiarato di aver già previsto un aumento della capacità manifatturiera nella città di Shenyang, con l’intenzione di espandere la produzione a nuovi modelli, inclusi veicoli alimentati da energie alternative. Il costruttore tedesco punta molto sull'elettrificazione e la Cina è già oggi il primo mercato al mondo per i veicoli a batteria, grazie anche a importanti incentivi pubblici. Nel 2017, sono state immatricolate ben 800mila le vetture elettrificate.

Tag

BMW  · Brilliance  · Cina  · joint venture  · 

Ti potrebbe interessare