Ultimo aggiornamento  23 ottobre 2018 09:24

Minneapolis, allo studio la città smart.

Patrizia Licata ·

Ha preso il via negli Stati Uniti lo studio sulle auto a guida autonoma condotto dalla University of Minnesota con un programma chiamato Help (Health, Equity, Livability, and Prosperity) che ha ricevuto un finanziamento di 1,75 milioni di dollari dall'ente federale National Science Foundation (Nsf).

La demo del mini-bus elettrico che ha girato per le strade di Minneapolis nei giorni scorsi non deve ingannare sugli obiettivi della ricerca: non si tratta di verificare il funzionamento tecnico dell'auto-robot bensì di capire l'impatto dei veicoli autonomi sulla gestione delle città e sulla qualità della vita delle persone.

Al lavoro col robot

La University of Minnesota vuole chiarire aspetti come la riprogettazione degli spazi urbani e lo sviluppo di servizi di mobilità connessa e condivisa in una comunità più o meno ampia, dai campus universitari alle metropoli. Per ottenere il massimo beneficio economico e sociale dalla diffusione delle auto robot gli studiosi metteranno a punto un modello di trasporto pubblico "smart e su cloud", in pratica una piattaforma digitale per la gestione di ampie flotte di veicoli autonomi pubblici visibili "in rete". Le autorità cittadine potranno così programmare orari e utilizzi per i diversi veicoli autonomi e garantire, insieme a una riduzione del traffico e degli incidenti, un'offerta di forme di trasporto a prezzi agevolati per le fasce meno abbienti della popolazione. Ciò renderà più equo l'accesso alle opportunità di studio e lavoro: la libertà di spostarsi si traduce in maggiore partecipazione ai corsi universitari e alla vita produttiva.

Raccomandazioni dalle Twin Cities

La ricerca coinvolgerà nell'arco di tre anni partner del mondo pubblico e privato nell'area delle Twin Cities (Minneapolis–Saint Paul). Sarà uno studio interdisciplinare in cui ingegneri del software e scienziati dei dati lavoreranno al fianco di esperti di infrastrutture e circolazione urbana. Si arriverà nel 2021 a un documento con dati obiettivi (come effetti sul traffico e accettazione da parte del pubblico) e linee guida per le amministrazioni cittadine, valide non solo per le Twin Cities ma per le altre realtà americane.

L'impegno del governo Usa

Gli investimenti della National Science Foundation americana si rivolgono a progetti tecnico-scientifici che creino le basi per le prossime smart cities concentrandosi sugli elementi di crescita economica, sicurezza e qualità della vita e coinvolgendo l'intera comunità: non solo le imprese e gli istituti di ricerca ma anche i cittadini. L'anno scorso sono stati erogati 19,5 milioni di dollari a sostegno di 39 progetti di ricerca; quest'anno i progetti finanziati sono tredici per circa 22 milioni di dollari complessivi e quello della University of Minnesota è l'unico incentrato sull'impatto socio-economico delle auto a guida autonoma.

Tag

Auto autonoma  · Minneapolis  · University of Minnesota  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesca Nadin

Sui percorsi casa-facoltà, vince il mezzo pubblico, ma per i giovani l'ideale è andare a piedi o a pedali. Lo rileva il primo studio sui trasporti in ateneo