Ultimo aggiornamento  23 ottobre 2019 01:42

Il Caballero elettrico.

Antonio Vitillo ·

Per i suoi primi cinquanta anni la Fantic Motor propone il Caballero elettrico, ennesima versione di un modello i cui natali datano 1969 e poi scomparso dai cataloghi di vendita delle moto. Tornato “su strada” solo dal 2016, la sua rinascita si deve alla VeNetWork, che dal 2014 ha rilevato la Fantic Motor.

Ricavi in crescita

Storica azienda italiana nata nel ’68 a Barzago (Lecco), la Fantic divenne famosa per le sue moto fuoristrada, settore nel quale riuscì a conquistare anche tre titoli mondiali, specialità trial. Grazie ad un pool di 56 imprenditori veneti, la Fantic sta vivendo un brillante rilancio industriale.

La VeNetWork, che ha sede operativa a Dosson di Casier (TV), in tre anni ha triplicato i 5 milioni di ricavi conseguiti nel 2015, chiudendo il 2017 con 15 milioni. Nel 2018, stimano di arrivare alla cifra di 26 milioni, che dovrebbero diventare 40 nel 2019. Linfa più che vitale per un marchio passato addirittura per il fallimento.

Arriva a Eicma

Le speranze per il futuro sono alimentate dall’annuncio del Caballero elettrico, di cui potremmo ammirare le fattezze solo ad Eicma 2018, Salone Internazionale del Ciclo e Motociclo in programma dall'8 al 11 novembre nei padiglioni della Fiera di Rho – Milano.

«A due anni dal lancio possiamo dire che il nuovo Caballero ha mantenuto le aspettative” è stato il commento di Alberto Baban, presidente di VeNetWork. “Il modello è un traino eccezionale per un marchio che non ha mai perso il suo fascino. E che secondo una recente ricerca di mercato è conosciuto dal 31% della popolazione tra i 14 e i 60 anni”

Tag

Caballero  · Due ruote  · Fantic Motors  · VeNetWork  · 

Ti potrebbe interessare

· di Antonio Vitillo

Fantic ha presentato il concept a batteria del suo due ruote più famoso. Autonomia 150 chilometri, prezzo probabilmente sotto i 10mila euro. In produzione dal 2019?

· di Antonio Vitillo

Rinasce un marchio che ha fatto la storia del motociclismo, la Fantic: e si ripropone con un nome evocativo che scioglierà il cuore dei nostalgici. E non solo