Ultimo aggiornamento  20 settembre 2019 13:51

Batterie, la seconda vita vale oro.

Luca Gaietta ·

Le batterie dei veicoli elettrici potrebbero rivelarsi un toccasana per i costruttori e l’energia pulita del futuro. Un rapporto Bloomberg New Energy Finance mette in evidenza che già oggi gli EV utilizzano più accumulatori agli ioni di litio dei prodotti elettronici di consumo ed entro il 2030 la domanda di batterie destinate ai veicoli aumenterà 25 volte.

Questo avrà come diretta conseguenza che milioni di batterie usate finiranno per inondare il mercato. Batterie capaci di garantire fino al 70% della capacità di alimentazione originaria e che, pur se ormai non in grado di fornire corrente ai veicoli, potrebbero offrire uno stoccaggio di elettricità più economico per le rinnovabili rispetto a quello oggi disponibile.

Business per ridurre i costi

Le principali case automobilistiche del mondo stanno ipotizzando quanto potrebbe valere la seconda vita delle batterie. Bloomberg New Energy Finance prevede che nei prossimi 30 anni le imprese spenderanno circa 550 miliardi per riciclare quest’ultime in unità di stoccaggio domestiche e industriali e calcola che nel 2018 il riutilizzo di una batteria avrà un costo di soli 49 dollari per chilowattora, rispetto ai 300 dollari per una nuova batteria. Il tutto si dovrebbe concretizzare in un guadagno per i produttori di veicoli a zero emissioni permettendo di abbassare i costi.

Tag

Batterie  · EV  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

Secondo il Centro comune di ricerca (JRC) della Commissione europea, il minerale necessario potrebbe presto scarseggiare per la crescente diffusione delle auto elettriche

· di Gloria Smith

Il più grande mercato di auto (anche elettriche) del mondo studia una piattaforma per ottimizzare il riciclo degli accumulatori e recuperare i preziosi materiali

· di Lina Russo

Renault, M&S e Powervault hanno studiato un test per riutilizzare gli accumulatori esauriti: dalle vetture elettriche passeranno alle case con pannelli solari