Ultimo aggiornamento  24 settembre 2018 04:23

Regno Unito, l'elettrico accelera.

Colin Frisell ·

BIRMINGHAM - Centoventi milioni di euro per lo sviluppo della mobilità elettrica, sostegno alla ricerca e impegno a favorire la diffusione delle auto a zero emissioni. Sono, in estrema sintesi, i punti principali del nuovo intervento del governo inglese in materia di innovazione legata al mondo dell'auto.

L'argomento è stato al centro dell'intervento del primo ministro inglese Theresa May al "Zero Emissions Vehicle Summit" in corso di svolgimento a Birmingham, nelle West Midlands, la terra inglese dei motori. 

Sforzo per il settore 

Nel suo intervento il primo ministro ha confermato l'impegno di sostenere il settore automotive nazionale - messo a forte rischio anche dalle incertezze legate all'accordo sulla Brexit - con un investimento sull'innovazione a batteria da 120 milioni di euro da spendere soprattutto in ricerca e sviluppo. 

"Un'auto elettrica su cinque vendute in Europa è inglese", ha detto la May che ha anche confermato che l'impegno economico pubblico verrà affiancato da un altro, ben più corposo - si parla di oltre mezzo miliardo di euro - di aziende private. A tal proposito il primo ministro ha incontrato in occasione della sua presenza a Birmingham rappresentanti di società provenienti da Usa, Germania, Giappone, India, Spagna e Cina. Proprio da quest'ultimo Paese arriva la prima notizia concreta: la Jef - azienda cinese di motori e componentistica - spenderà 6 milioni di sterline per aprire un centro di ricerca, assemblaggio e test a Birmingham.

Impegno mondiale

L'inquilina del numero 10 di Downing Street ha anche presentato la "Dichiarazione di Birmingham", l'impegno a favorire la transizione il più rapida possibile verso una mobilità a zero emissioni che è già stato sottoscritto da varie nazioni, tra cui l'Italia, insieme a Francia, Danimarca, Portogallo, Bielorussia, Emirati Arabi e Indonesia.

Tag

Auto Elettrica  · Birmingham  · Brexit  · Jef  · Theresa May  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

Le auto elettriche e ibride plug-in circolanti in Gran Bretagna hanno superato le 130.000 unità nel 2017, + 27% rispetto al 2016. Previste 60.000 immatricolazioni nel 2018