Ultimo aggiornamento  15 dicembre 2019 01:25

Citytech: fabbrica di idee per le città del futuro.

Francesca Nadin ·

Guida autonoma, auto elettrichestrade intelligenti: sono questi alcuni dei principali argomenti della sesta edizione di Citytech, manifestazione internazionale dedicata alle nuove tecnologie per la mobilità nelle città del futuro. Si terrà il 13 e 14 settembre a Milano, presso la Fabbrica del Vapore.

Un occhio alle città 2.0

Durante la due giorni verranno approfondite le ultime novità in materia di tecnologie, innovazioni sociali ed economiche che stanno cambiando il volto delle nostre aree metropolitane e della mobilità. In particolare, saranno 6 le conferenze durante le quali si parlerà, oltre che di auto robot, smart road e mobilità elettrica, anche di riqualificazione urbana, mobilità integrata, multimodalità, big data, digitalizzazione, trasporto pubblico locale, sistemi intelligenti, veicoli condivisi e parking solutions.  

I partner e gli sponsor

La manifestazione, che comprende anche un'area espositiva, è stata organizzata dal comune di Milano, Atm (la municipalizzata del trasporto pubblico milanese) e Comunità Europea con il patrocinio del ministero dell'Ambiente. Tra i principali sostenitori, anche Politecnico di Milano, Tts (Telematica, trasporti e sicurezza), Inu (Istituto nazionale urbanistica), Legambiente e Tesla owners Italia, associazione no profit per la diffusione dei veicoli a zero emissioni.

Sponsor d'eccezione Bosch, Ujet e car2go e alcune delle principali piattaforme dedicate alla mobilità come mytaxi, moovit, waze. Per informazioni e programma della manifestazione consultare il sito

Tag

Citytech  · Milano  · Smart city  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Chiuso il primo contratto per il potenziamento tecnologico della A2 del Mediterraneo: dopo l'esodo estivo, l'avvio dei lavori tra Morano Calabro e Lamezia Terme

· di Marina Fanara

Con i fondi europei del programma Pon Metro per le città metropolitane, il capoluogo lombardo realizzerà anche nuove piste ciclabili e più collegamenti centro-periferia