Ultimo aggiornamento  15 luglio 2019 22:00

Jaguar Land Rover, a me gli occhi please.

Elisa Malomo ·

La Jaguar Land Rover ha messo a punto Virtual Eye Pod, una nuova tecnologia adottata sperimentalmente sull'ultima generazione di veicoli a guida autonoma. "occhi" che si muovono attraverso dei sensori e stabiliscono un contatto visivo coi pedoni.  

Lo scopo è quello di facilitare l'interazione e quindi aumentare la fiducia degli utenti deboli della strada verso le auto driverless. 

Nel dettaglio

La tecnologia prevede l’installazione di due grandi occhi virtuali nella parte anteriore del mezzo, proprio sopra i fari. Questa procedura è stata applicata al nuovo concept pod targato Jaguar Land Rover, un camion senza conducente di piccole dimensioni che è stato recentemente testato dalla Casa britannica e che guarda – con le sue grandi pupille - a un trasporto sempre più automatizzato.

Sui futuri sviluppi della tecnologia Pete Bennett, ricercatore di Jaguar Land Rover, dichiara: “Vogliamo capire se sia utile fornire agli esseri umani le informazioni sulle intenzioni di un veicolo o se sia sufficiente far sapere semplicemente a un pedone che è stato riconosciuto”.

Tag

Driverless  · Jaguar Land Rover  · Virtual Eye  · 

Ti potrebbe interessare

· di Luca Gaietta

Il gruppo inglese, appartenente all'indiana Tata, ha sviluppato una tecnologia che sfrutta proiezioni luminose sulla strada per comunicare le intenzioni delle auto senza pilota

· di Paolo Borgognone

L'azienda californiana diffonde su YouTube un video che mostra come "vede" una driverless e cosa si prova a bordo di una vettura autonoma