Ultimo aggiornamento  26 gennaio 2020 12:55

"Benvenuti al sud": arrivano le colonnine.

Marina Fanara ·

La mobilità elettrica arriva a Castellabate, piccolo comune del Cilento famoso per aver ospitato il set del film "Benvenuti al sud": qui, grazie a un accordo tra l'Amministrazione ed Enel X, società del gruppo Enel che si occupa di soluzioni innovative e digitali, sono state installate le prime tre colonnine di ricarica per i veicoli a batteria.

Turismo a zero emissioni

I nuovi impianti sono stati posizionati in aree ritenute strategiche per la piccola località, situata nel cuore del Parco nazionale del Cilento e patrimonio dell'Unesco che è, quindi, meta di un continuo flusso di visitatori: scopo dell'iniziativa, infatti, è favorire non solo la mobilità sostenibile ma anche un traffico turistico a zero emissioni

140 colonnine in tutto

Le tre stazioni, dotate di apposita area per la sosta di auto e moto, si trovano in Piazza Lucia, all'interno del terminal per le manovre degli autobus a Borgo Castellabate e in Piazza Punta dell'Inferno. Si tratta delle prime infrastrutture alle quali, stando all'intesa stipulata tra Enel e il Comune, seguiranno altre 137 stazioni di ricarica. 

Borghi d'Italia a batteria

"Siamo molto contenti che Enel abbia coinvolto anche una piccola realtà come la nostra nel suo progetto per la realizzazione di una rete di infrastrutture elettriche lungo il Paese", ha sottolineato il sindaco, Costabile Spinelli.

"Anche noi siamo soddisfatti per aver dato il nostro contributo a una località ad alta vocazione turistica", ha aggiunto Francesco Starace, amministratore delegato di Enel, "la mobilità elettrica è vincente non solo nei grandi centri urbani, ma diventa un importante strumento di attrazione e accoglienza turistica anche nei comuni di più esigue dimensioni: l'auto a batteria è l'ideale per scoprire i più bei borghi italiani, riducendo l'inquinamento e dando così valore aggiunto al territorio".

Tag

Colonnine elettriche  · Enel  · 

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

Saranno 300 le colonnine sparse negli scali italiani, per permettere ai cittadini che si imbarcano con l'auto elettrica di trovare un punto di ricarica in banchina