Ultimo aggiornamento  23 aprile 2019 08:30

Cina, clienti più felici grazie al tablet.

Giovanni Passi ·

Nelle concessionarie cinesi, i clienti che intendono comprare un'auto rimangono più soddisfatti se vengono serviti, al momento dell’acquisto, con device e canali digitali. E’ il risultato di uno studio condotto da J.D. Power, società internazionale di analisi commerciale che ha pubblicato il China Service Index, raccogliendo dati su 61 marchi auto e 46.430 proprietari che hanno acquistato un veicolo negli ultimi 5 anni. Gli individui campione provengono da 67 differenti città della Repubblica Popolare.

Tecnologia fondamentale

Secondo lo studio, l’utilizzo di canali e strumenti digitali rappresenta un fattore di successo, anche se non ancora pienamente implementato e funzionante: solo il 13% degli intervistati ha programmato un appuntamento tramite canali online. Di questi poco meno della metà afferma di aver avuto problemi con la prenotazione.

Tra le ragioni, la scarsità di risorse destinate alla digitalizzazione dell’offerta, nonostante gli acquirenti seguiti con strumenti digitali al momento dell’acquisto (tablet o app), abbiano manifestato un maggiore gradimento del servizio.

"Non c'è dubbio che oggi l'esperienza digitale stia giocando un ruolo sempre più importante nel migliorare l'approccio e la soddisfazione dei clienti"- ha dichiarato Jacob George, vicepresidente e direttore generale della società di servizi marketing, J.D. Power Asia Pacific - che aggiunge: “Non è più una funzionalità opzionale ma un must che i rivenditori di auto devono rispettare per coinvolgere i clienti.”

Tag

Cina  · J.D. Power  · Mercato auto  · 

Ti potrebbe interessare

· di Giovanni Passi

Il presidente di Baic Xu Heyi teme che l’apertura ai costruttori internazionali costringerà molte Case a rivedere i propri piani. Tra il 2020 e il 2022 il momento critico