Ultimo aggiornamento  21 febbraio 2019 05:10

Daimler, la Smart si fa anche in Cina.

Sergio Benvenuti ·

Daimler intende produrre Smart elettriche in Cina per incrementare le vendite del marchio e magari aggirare i rischi di un inasprimento della guerra dei dazi tra Usa e Cina. È la nuova politica dei tedeschi che stanno trattando la nascita di una joint venture con Beijing Electric Vehicle, una delle più importanti società locali. Una collaborazione che secondo il produttore di Stoccarda consentirà di soddisfare le necessità dei consumatori cinesi.

Non sono ancora chiari i tempi della chiusura dell'intesa. Il governo cinese ha recentemente allentato il limite del 50% sulla proprietà straniera nelle aziende locali: i produttori di auto elettriche all'estero possono istituire unità autonomamente a partire da quest'anno, mentre le restrizioni spariranno totalmente nel 2022.

Obiettivo crescita

Le consegne sul mercato cinese del marchio di Stoccarda sono scese di quasi il 7% lo scorso anno per un totale di 135.025 veicoli. La strategia di Daimler ora è concentrata nel Paese che più di tutti si sta spendendo nella lotta per limitare le emissioni e migliorare la qualità dell'aria urbana. La Cina infatti si è contraddistinta come il mercato numero uno al mondo dedicato ai veicoli elettrici. I tedeschi in passato hanno anche collaborato con Byd di Warren Buffett per realizzare veicoli a batteria sotto il brand Denza.

Tag

Auto Elettrica  · Cina  · Daimler  · Smart  · 

Ti potrebbe interessare

· di Andrea Cauli

Sfida di regolarità attraverso la Toscana al volante di un'auto a zero emissioni, per scoprire - insieme a Enel X - dove nascono le energie rinnovabili

· di Elisa Malomo

"Ready to Charge" permetterà a chi guida la piccola tedesca di sapere dove si trova il parcheggio con colonnine libere più vicino. E di pagare la sosta