Ultimo aggiornamento  17 dicembre 2018 17:23

Lyft, 550 dollari per dire addio all'auto.

Patrizia Licata ·

Niente macchina per 30 giorni? Si può fare. Per questa scommessa Lyft (la società del ride hailing concorrente di Uber) ha messo sul piatto 55.000 dollari: tanto spenderà ad agosto per offrire a 100 persone a Chicago una tessera prepagata che copre trasporto pubblico, car sharing e bike sharing. In cambio i partecipanti al test dovranno disfarsi (solo per 30 giorni) dell'auto di proprietà.

Una prepagata per la mobilità condivisa

Lyft offrirà a 100 residenti della città dell'Illinois che si dichiareranno pronti a rinunciare alla loro macchina una tessera da 550 dollari per sfruttare l'offerta locale di mobilità pubblica o condivisa: nel dettaglio, ad agosto ognuno avrà a disposizione 300 dollari per Lyft carpooling, 45 dollari per il bike sharing Divvy, 100 dollari per il car sharing Zipcar e 105 dollari per metropolitana e autobus. Un bel vantaggio per l'ambiente e le tasche dei residenti: Lyft sostiene che a Chicago il costo totale per il possesso di un'automobile, includendo non solo assicurazione e tasse, ma anche benzina, parcheggio e manutenzione, può raggiungere i 1.000 dollari mensili.

Tutto documentato sui social

“La proposta è semplice: stiamo chiedendo alle persone di liberarsi della macchina", ha dichiarato David Katcher, general manager for the Midwest di Lyft, alla testata The Verge. Certo, varrà la buona fede dei 100 volenterosi di Chicago: per assicurarsi che i partecipanti alla sperimentazione siano fedeli alla promessa di lasciar ferma l'auto a Lyft basterà la parola data. L'azienda cercherà però di tenere alto il morale di chi si affiderà per un mese solo a metro, bici e auto condivise con questionari per descrivere pro e contro della loro esperienza e li incoraggerà a usare i social network per postare immagini e descrizioni dei loro 30 giorni senza macchina. "Vogliamo le loro storie", dice Katcher: "Vogliamo sapere se si stressano meno, quanti soldi risparmiano, quanto tempo recuperano nella loro giornata, se il modo di concepire l'automobile cambia".

Prossima sfida a Portland

La missione dichiarata di Lyft è di contribuire alla nascita di una nuova era della mobilità in cui il numero di automobili nelle grandi città si riduce a favore di spazi recuperati al verde, alle piste ciclabili, alle aree pedonali e alle attività commerciali, con un vantaggio tangibile sulla qualità dell'aria e della vita delle persone. I co-fondatori Logan Green e John Zimmer sono dei grandi sostenitori di questa filosofia e lavorano affinché il 50% dei viaggi effettuati con i servizi di Lyft siano condivisi (come nel caso del carpooling in offerta a Chicago).

Secondo Zimmer e Green, nel 2025 le auto di proprietà non esisteranno più nelle metropoli: saranno sostituite dai servizi di mobilità pubblici o privati. Per questo la sfida "no car" andrà avanti e si sposterà in autunno sulla costa ovest raggiungendo la città di Portland, nell'Oregon, dove Lyft alzerà la posta e chiederà ai residenti di lasciare l'auto ferma per un anno intero.

Tag

Carpooling  · Chicago  · Lyft  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

La società di taxi privati californiana dà un colpo al rivale Uber e una carezza al "verde": da oggi compenserà con crediti "carbon-neutral" gli effetti delle proprie corse nel...