Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 21:55

Honda Monkey, moto giocattolo.

Antonio Vitillo ·

Torna a far parlare di sé la Honda Monkey, la due ruote "piccola" per antonomasia. A quasi 60 anni dalla sua prima apparizione si ripresenta ora in una versione la passo coi tempi ma che non rinuncia a quelle caratteristiche che l'hanno resa celebre un po' in tutto il mondo. 

Comincia per gioco

L’Honda Monkey nacque nel 1961 per essere una piccola “moto giocattolo”. Fin dall’inizio, però, fu troppo “avanti” per rimanere confinata in quel parco divertimenti di Tokyo. Piacque così tanto agli adulti che quella versione bassa con ruote di 5 pollici e motore di 49 centimetri cubici fu presto abilitata all’uso su strada.

Il "cucciolo" di due ruote, in principio, venne esportato verso Europa e Stati Uniti, mercati nei quali il suo essere così minuta, e vagamente sgraziata, la fece risultare spiritosa, irresistibilmente simpatica. E fu subito successo.

E' piccola ma cresce

Dal 1970, la Monkey fu dotata di una forcella a sgancio rapido. E la si poté riporre nel bagagliaio di un’automobile, anche utilitaria. Ma è il ‘78 l’anno in cui il “veicolo ricreazionale” si completò, dandosi pure il tono di oggetto “cult”. Grazie ad un nuovo, ma ancora piccolo, serbatoio “a goccia”, abbinato alla solita sella avvolgente e al manubrio in stile chopper. E quel suo originale aspetto impertinente diventò pressoché definitivo.  

Il ritorno

Nella versione attuale, in cui ritroviamo sia i dettagli sia il cromatismo tipico degli anni ’70, l’Honda Monkey ha un motore di 125 centimetri cubici, che esprime 9,4 cavalli di potenza massima. I consumi dichiarati sono straordinariamente bassi: nel ciclo medio riesce a coprire 67 chilometri con un solo litro di benzina. Facendo il pieno di carburante il peso è di appena 107 chili. La forcella è di tipo a steli rovesciati, dietro gli ammortizzatori sono due. L’impianto frenante è a disco, uno per ruota, entrambe di diametro 12 pollici.

L’Abs serve il freno anteriore e, a garanzia della sicurezza su strada, è addirittura dotato di assistenza della piattaforma inerziale Imu. Tecnologia oltremodo moderna, per un veicolo più che cinquantenne, ulteriormente avvalorata dalla strumentazione Lcd e l’impianto luci “full Led”. E il Monkey, giocattolo di moto dai parafanghi cromati, allunga lo sguardo verso il futuro. È in vendita in Italia, nelle versioni in rosso o giallo, a 4.090 Euro.

Tag

Giappone  · Honda  · Monkey  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Il costruttore giapponese presenta all'Intelligent Transport Systems & Services di Copenaghen i progressi nella guida autonoma. Spazio anche all'idrogeno

· di Antonio Vitillo

"Il mito della motocicletta come arte" è il sottotitolo della esibizione voluta da Honda presso la Reggia Venaria di Torino, aperta fino al 24 febbraio

· di Antonio Vitillo

Più corto, snello e leggero, lo scooter giapponese è agile nell'uso in città. Dichiara una percorrenza di 350 chilometri con un pieno. Arriva a maggio