Ultimo aggiornamento  18 novembre 2018 21:17

Esodo, il piano per l'estate.

Marina Fanara ·

L'incubo delle lunghe file per andare in ferie, sotto il sole rovente d'agosto, è ormai un ricordo lontano: quest'anno i picchi del traffico da bollino nero sono previsti solo due volte e limitatamente alla mattina di sabato 3 e sabato 11 agosto.

Occhio al calendario

Per il resto, si segnala bollino rosso, ovvero "traffico Intenso, ma non critico", nell'ultimo week end di luglio, in tutti quelli di agosto e nel primo fine settimana di settembre che segna il rientro dalle vacanze. E' quanto prevede il calendario messo a punto da Viabilità Italia, la task force che riunisce Polizia, Carabinieri, ministero Interno, Anas e società autostradali che ogni anno elabora un piano straordinario, per gestire al meglio gli spostamenti sulle strade e invitare alle partenze intelligenti i milioni di italiani che vanno in ferie.

Arrivano i nuovi Tutor

La prima novità è l'attivazione dei nuovi Tutor, gli apparecchi che misurano, oltre al superamento dei limiti in un singolo punto, anche la velocità media dei veicoli su percorsi che variano da 10 a 25 chilometri. I nuovi strumenti, che sostituiscono i precedenti esemplari di cui, da aprile scorso, era stata disposta la sospensione, entreranno in funzione venerdì 27 luglio, per ora limitatamente a 22 tratte autostradali tra le più trafficate e pericolose.

Ecco dove si trovano

Le tratte interessate dai nuovi apparecchi sono: Reggio Emilia-Campegine e Campegine-Parma, Albisola-Celle Ligure e viceversa, Valle del Rubicone-Cesena, Faenza-Forlì, Cesena-Valle del Rubicone e Valle del Rubiconde-Rimini nord, Firenzuola-Badia e viceversa, Diramazione Roma nord-Ponzano Romano, Ponzano Romano-Magliano Sabina, Magliano Sabina-Orte, San Vittore-Cassino, Cassino-Pontecorvo, Colleferro-Valmontone, Diramazione Roma sud-Colleferro, San Vittore-Caianello, Baiano-Avellino ovest e viceversa, Sarno-Palma Campania, Allacciamento A1/A30-Nola.

Presto su tutta la rete

I nuovi Tutor sono dotati di un software tecnologicamente più avanzato rispetto agli apparecchi finora in uso: permettono, cioè, di leggere meglio le targhe grazie al supporto di immagini in grado di identificare il veicolo con maggiore precisione, abbattendo i margini di errore. Dopo le iniziali 22 tratte, il sistema di nuova generazione verrà progressivamente installato sui 2.500 chilometri di rete lungo i quali erano presenti i precedenti strumenti. 

Una task force sulle strade 

Dai controlli della velocità, all'esercito di uomini che vigileranno sulle strade. Il direttore della Polizia stradale, Giovanni Busacca, ha illustrato le misure "imponenti che verrano messe in atto da Polizia e Carabinieri e che si traducono in uno schieramento di forze su autostrade ed extraurbane: ogni giorno 1.400 pattuglie in auto, 100 in moto e 150 in borghese sparse nelle aree di servizio.

Alcol e droga sotto controllo

Le forze dell'ordine avranno a disposizione 110 autovelox, 300 telelaser, 500 etilometri, 1.300 precursori per il controllo della guida sotto l'effetto di alcol o droga e 111 "topcrash", strumenti avanzati in grado di abbattere i tempi per il rilievo di un incidente da parte degli agenti e, quindi, ridurre i disagi per gli automobilisti causati da rallentamenti o chiusure al traffico della tratta interessata.

Assistenza completa

E non solo: quest'anno sarà rafforzata la vigilanza aerea delle forze dell'ordine sulla rete di tutt'Italia e sono stati organizzati 53 presidi per l'assistenza meccanica, sanitaria e di protezione civile dislocati presso le aree di servizio. In 8 stazioni della società Autogrill sono disponibili anche i defibrillatori di ultima generazione. In più, per ovviare a eventuali code o criticità nelle tratte più trafficate per la villeggiatura, Viabilità Italia ha elaborato un elenco 59 itinerari alternativi alle principali direttrici di traffico. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito di Viabilità Italia e sui canali social.

La prudenza non è mai troppa

Dalle informazioni alle raccomandazioni. Il direttore Busacca invita alla massima prudenza, perché, ricorda: "I morti sulle strade sono ritornati ad aumentare a causa soprattutto della velocità, alcol e droga e uso dello smartphone durante la guida". Da parte sua, il prefetto Roberto Sgalla, direttore delle Specialità della Polizia di Stato, ha invitato i cittadini a "non considerare autovelox e Tutor come strumenti per vessare gli automobilisti, ma sistemi per prevenire i disastri sulle strade".

"La vita è il bene più prezioso che abbiamo", ha sottolineato infine il capo della Polizia, Franco Gabrielli, "non può essere messa a repentaglio dalla smania di arrivare a destinazione in tempi record o dalla frenesia di rimanere sempre e comunque incollati al cellulare".

Tag

Incidenti  · Polizia  · Tutor  · Vacanze  · 

Ti potrebbe interessare

· di Codacons

Check fai da te. Vademecum Codacons sui controlli da effettuare prima di mettersi in strada in auto e raggiungere i luoghi di villeggiatura

· di Marina Fanara

La Polizia stradale informa sulle chiusure alla viabilità di alcune tratte interessate dall'incidente a Bologna Casalecchio ed elenca i percorsi alternativi

· di Elisa Malomo

Autostrade per l’Italia, in concomitanza con le grandi partenze estive, ha lanciato una campagna social invitando gli automobilisti a rispettare il codice della strada

· di Marina Fanara

I dicasteri della Salute e delle Infrastrutture con la Polstrada e i pediatri lanciano una campagna sulla sicurezza dei piccoli in auto: basta giovani vittime sulle strade

· di Marina Fanara

Ritiro della patente contro l'uso del telefonino, pene severe per chi guida oltre i limiti, certezza sui proventi delle multe: misure urgenti all'esame del Parlamento