Ultimo aggiornamento  20 agosto 2019 04:47

McLaren, prima Senna a New York.

Luca Gaietta ·

La prima McLaren Senna destinata alla vendita ha lasciato la fabbrica di Woking diretta negli Stati Uniti. Ad acquistarla, dopo averne deciso la personalizzazione, è stato Michael Fux: collezionista di auto residente a New York cui è dedicata la particolare colorazione della vettura Fux Green impiegata sia all’esterno che nell’abitacolo.

Prezzo stellare

L’esclusiva supercar d’oltremanica, ispirata nel nome e nell'indole da pista al grande pilota scomparso di Formula 1, inizia così la sua corsa per accontentare i 500 fortunati e soprattutto ricchi acquirenti che per averla hanno sborsato cifre da capogiro, anche superiori ai 2,5 milioni di euro, partendo da un listino base di 950 mila euro. Costruita nel reparto McLaren Special Operation, la Senna prevede infatti moltissime varianti estetiche e meccaniche che fanno lievitare il prezzo.

Un V8 da 800 cavalli

Oltre al colore, la Senna richiesta da Fux ha necessitato di 67 parti specifiche e 1.000 ore di lavoro supplementare. Basti pensare che, per sfruttare al massimo il suo V8 da 800 cavalli e 800 Newtonmetri di coppia, prevede delle appendici aerodinamiche capaci di generare 800 chilogrammi di deportanza a 250 chilometri orari. Nel garage del collezionista si va ad aggiungere ad altre tre McLaren: una 12C, una 12C Spider a una 720 S. C’è chi può.

Tag

McLaren Senna  · Supercar  · Woking  · 

Ti potrebbe interessare

· di Paolo Odinzov

La Casa di Woking ha presentato una supercar che porta il nome del celebre pilota di Formula 1. Costa 900.000 euro e sarà una delle vetture più estreme della categoria