Ultimo aggiornamento  16 febbraio 2019 09:58

Marchionne - Fca, le 5 cose da sapere.

Massimo Carati ·

Il consiglio di amministrazione di Fiat – Chrysler (Fca) è riunito a Torino in queste ore per individuare la successione all’attuale ceo Sergio Marchionne. Ecco cinque cose da sapere in attesa delle comunicazioni ufficiali da parte del Lingotto.

Uno

Sergio Marchionne, classe 1952, è a capo del gruppo italiano (prima Fiat ora Fca) dal 1 giugno 2004. Avrebbe dovuto lasciare l’azienda il prossimo anno dopo l’approvazione del bilancio 2018.

Due

La sua ultima apparizione risale al 26 giugno scorso quando ha partecipato alla consegna a Roma di una Jeep Wrangler all’Arma dei Carabinieri (nella foto). Il primo giugno aveva presentato il nuovo piano Fca per il periodo 2018 – 2022.

Tre

Lo stato di salute di Sergio Marchionne non è apparentemente chiaro. A riferirsi solo alle comunicazioni ufficiali, o considerate tali, si sa che a seguito di una operazione alla spalla destra all’ospedale di Zurigo è attualmente in (lunga) convalescenza. Condizioni che non sembrano apparentemente conseguenti ad un “semplice” intervento alla spalla.

Quattro

Secondo AutomotiveNews Europe in Fca si è già individuato il successore di Marchionne alla Ferrari: sarebbe Louis Carey Camilleri, ex presidente di Philip Morris International. Alla presidenza della Casa di Maranello andrebbe direttamente John Elkann.

Cinque

I nomi dei possibili candidati alla guida di Fca sono: Alfredo Altavilla (responsabile Emea del gruppo), Richard Palmer (direttore finanziario), Mike Manley (a capo del marchio Jeep) e Pietro Gorlier (amministratore delegato di Magneti Marelli). Smentita - almeno per ora - l’eventuale presenza nella lista dei possibili successori di Marchionne dell’ex numero 1 di Vodafone, Vittorio Colao.

Tag

Carabinieri  · FCA  · Marchionne  · Torino  · 

Ti potrebbe interessare

· di Francesco Paternò

Scompare a soli 66 anni il manager italiano formatosi in Canada. Ha salvato la Fiat due volte, ha creato Fiat Chrysler, ha guidato la Ferrari. Cosa lascia

· di Lina Russo

Il responsabile delle attività in Emea ha lasciato il gruppo. Era uno dei quattro candidati alla successione di Sergio Marchionne

· di Redazione

Il comunicato Fca parla di complicazioni dovute al decorso post-operatorio per l'ormai ex ceo del gruppo italo americano. La lettera di Franzo Grande Stevens al Corriere.

· di Massimo Carati

Il capo di Jeep è la soluzione interna scelta per la successione dell'attuale ceo del gruppo Fiat Chrysler costretto ad abbandonare la posizione in anticipo per problemi di salute

· di Alessandro Marchetti Tricamo

"Investimenti nel settore dell'energia e dell'auto a batteria", dice il ministro per lo Sviluppo economico. In sintonia con l'amministratore delegato di Fiat Chrysler