Ultimo aggiornamento  18 agosto 2018 16:48

Marrakech porta il bike sharing in Africa.

Carlo Cimini ·

MARRAKECH - Il sistema di condivisione delle due ruote è arrivato anche in Africa. Nella vivace e affascinante ex città imperiale del Marocco occidentale, nella quale spicca la piazza Jamaa el Fna - cuore pulsante della vita quotidiana, dove si incontrano incantatori di serpenti, musicisti e cantastorie, fulcro del commercio - e a due passi dalle strade labirintiche della Medina, è possibile ora trovare le bici del servizio Medina Bike sharing.

Le stazioni delle biciclette si trovano dalla piazza principale ai giardini botanici di Majorelle - dove ci sono le ceneri del famoso stilista francese Yves Saint Laurent - dal centro conferenze e perfino vicino agli alberghi principali del centro storico. È disponibile anche un'app per iOS e Android per verificare sulla mappa dove siano collocate le due ruote più vicine. Le informazioni on-line segnalano la distanza a piedi dal punto di raccolta e la disponibilità dei mezzi. Per sbloccarle basterà inserire il proprio codice numerico personale che si riceverà non appena si effettuerà l'iscrizione al servizio. Inoltre la piattaforma digitale permette di verificare i chilometri percorsi, i dettagli del tragitto, lo storico delle transazioni effettuate e si possono salvare anche le stazione preferite.

In bici per la Medina

Presentato nel novembre del 2016, in occasione della 22a sessione della Conferenza delle Parti (CoP 22) alla Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (Unfccc), il bike sharing di Marrakech può contare su 10 stazioni di noleggio nei pressi dei maggiori punti di interesse della città dove si ha la possibilità di ritirare o parcheggiare le due ruote. La flotta totale è composta da 300 bici. Il servizio conta già più di 5.000 utenti e il governo marocchino ha espresso la sua approvazione per il progetto. L'obiettivo è rendere il paese più rispettoso per l'ambiente - visto l'alto tasso di inquinamento registrato nei più grandi centri urbani - e avviare un cambiamento deciso verso la mobilità sostenibile.

Medina Bike è disponibile 24 ore al giorno per tutto l'anno. La fondatrice del servizio, Lebna El Hakym, ha affermato che, agli esordi, il pubblico di riferimento era formato inizialmente da turisti mentre ora, rispetto ai primi mesi, ne fanno uso anche parecchi residenti. Il prezzo per un pass giornaliero si aggira intorno ai 4,50 euro (50 dirham, la moneta locale), mentre per quello settimanale ne servono 13,50 euro (150 dirham) e per quello annuale 45 (500 dirham).

Tag

Africa  · Bicicletta  · Bike Sharing  · Marrakech  · 

Ti potrebbe interessare

· di Elisa Malomo

Il programma di condivisione delle biciclette Hubway cambia nome e colore e diventa Blue Bikes. In arrivo oltre 1.000 nuovi mezzi entro il 2019

· di Sergio Benvenuti

La Mela inaugura sul proprio navigatore la funzione di ricerca dei servizi di bici condivise. Piattaforma attiva in ben 36 Paesi. Presto anche in Italia