Ultimo aggiornamento  15 dicembre 2019 01:17

Dainese, dalla terra alla luna.

Antonio Vitillo ·

Si apre una nuova finestra sul mondo di Dainese. Dar, acronimo di “Dainese Archivio”, è un’esposizione permanente nella quale Lino Dainese, fondatore della famosa azienda vicentina, presenta la sua storia imprenditoriale, le idee innovative, i progetti e le persone che vi hanno partecipato.

I primi pantaloni

Una “narrazione” che inizia dal 1972, quando, in un garage di Molvena, si pensa di confezionare un paio di pantaloni in pelle, adatti al motocross. Una esperienza fondamentale che ha poi portato la Dainese a diventare leader mondiale nella realizzazione delle tute dei piloti di moto. Oltre che nel vestire, e proteggere, altri generi di atleti, come gli sciatori e i “mountain biker”, con soluzioni di protezione sempre studiate, e sperimentate, nel suo reparto di Ricerca e Sviluppo; non è, sicuramente, un caso se la Dainese sia perfino riuscita a realizzare le tute per gli astronauti.

500 tute

Ciascuno di questi progetti è ora raccolto nel Dar, 900 metri quadrati in cui è possibile interagire con i progetti più interessanti, spesso dei veri e propri condensati di tecnologia al servizio della protezione degli atleti. Sono oltre 500 le tute da toccare con mano, 20 sono le sezioni tematiche che compongono l’esposizione. “Dar non è un museo, è l’archivio in divenire di un’azienda che guarda al futuro”, ha commentato Lino Dainese. 

Tag

Dainese  · Due ruote  · Motociclismo  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Tris di riconoscimenti per l'azienda italiana al premio dedicato alla sicurezza e all'eleganza su due ruote. Grazie anche alla collaborazione di Valentino Rossi