Ultimo aggiornamento  22 aprile 2019 01:21

LA BP si dà la carica.

Samuele Maria Tremigliozzi ·

La BP (già British Petroleum) una delle celebri "sette sorelle" del mondo petrolifero, ha acquistato la Chargemaster, azienda londinese leader nella distribuzione di energia elettrica per auto in Gran Bretagna. La società controlla più di 6.500 punti di ricarica in tutto il Paese. L’obiettivo è sviluppare una rete capillare di stazioni per il rifornimento delle auto a batteria, sfruttando la diffusione territoriale di BP.

Mercato in crescita

Le ragioni strategiche dell’acquisizione risiedono nella previsione di alta profittabilità del settore: il numero di auto a zero emissioni è cresciuto nel Paese di 135mila esemplari nel 2017. Secondo gli analisti di BP, entro il 2040 circoleranno per le strade del Regno Unito più di 12 milioni di veicoli elettrici.

Parola ai capi

“Alla BP crediamo che una ricarica veloce e conveniente sia fondamentale per supportare il successo nell'adozione dei veicoli elettrici. La combinazione di competenze, esperienza e risorse complementari di BP e Chargemaster rappresenta un passo importante verso un'offerta di alto livello presso i siti BP in tutto il Regno Unito”, ha dichiarato il ceo Tufan Erginbilgic.

Ottimismo anche da parte di David Martell, amministratore delegato della società di ricarica elettrica, che sottolinea l’importanza dell’operazione: “L'acquisizione di Chargemaster da parte di BP segna una vera pietra miliare nel cammino verso la mobilità a basse emissioni nel Regno Unito.”

Tag

BP  · Chargemaster  · Regno Unito  · 

Ti potrebbe interessare

· di Colin Frisell

Un accordo tra l'operatore energetico Chargemaster e l'Automobile Association garantirà l'installazione di colonnine di ricarica in oltre 4mila alberghi e B&B in tutto il Paese

· di Carlo Cimini

La British Petroleum investe 20 milioni di dollari sulla tecnologia "flash battery" sviluppata dalla start up StoreDot: il pieno di energia in soli 5 minuti