Ultimo aggiornamento  05 agosto 2020 21:46

Rally 46° San Marino, sfida tricolore.

Chiara Iacobini ·

Appuntamento nel fine settimana col Campionato Italiano Rally, il tricolore Terra, il Cir Junior e il Regionale, sui difficili sterrati della Repubblica di San Marino. La gara organizzata dalla F.A.M.S., Federazione Auto Motoristica Sammarinese, partirà dalle prime ore del pomeriggio di venerdì 29 giugno. Si prospetta una due giorni ricca di sfide e spettacolo con 13 tratti cronometrati in totale per complessivi 120 chilometri sugli oltre 593 del percorso complessivo.

Andreucci alla riscossa

Tutta l’attenzione si concentrerà sui partecipanti al Campionato Italiano Rally, con occhi puntati soprattutto sul dieci volte campione italiano Paolo Andreucci (Peugeot 208 T16 5). Dopo aver vinto 3 gare su 4 ed ottenuto un secondo posto in Sicilia, Andreucci dovrà fare i conti con la terra polverosa di un rally che segna il giro di boa della serie nazionale. A inseguirlo Umberto Scandola (Skoda Fabia R5) vincitore della scorsa edizione, che resta sicuramente uno dei favoriti a San Marino, soprattutto per la sua bravura sui fondi sterrati. Grande attesa anche per il terzo del campionato, Andrea Crugnola (Ford Fiesta R5) e Simone Campedelli (Ford Fiesta R5) che tenterà il tutto per tutto per risalire in classifica. Ad arricchire l’elenco partenti anche la presenza del giovanissimo finlandese Eerik Mika Pietarinen (Peugeot 208 T16 R5).  

Le altre validità

La gara di San Marino è valida anche per i “terraioli” del Campionato italiano Rally Terra - con coefficiente 1.5 - al terzo appuntamento stagionale. Il Cirt attualmente vede le Skoda monopolizzare la classifica, con al comando, Giacomo Costenaro, vincitore dei primi due round, davanti a Nicolò Marchioro, e Giuseppe Dettori, assente in questa gara. Sarà al via, invece, Mauro Trentin sempre uno dei più veloci. Tra gli specialisti della terra anche Ceccoli il più atteso nella gara di casa. Da non perdere la lotta tra i tanti iscritti al tricolore Junior e occhi puntati su Tommaso Ciuffi e Damiano De Tommaso, entrambi su Peugeot 208 R2.

Ti potrebbe interessare

· di Chiara Iacobini

Il pilota della Skoda ha preceduto tutti nella gara sulle strade amiche: alle sue spalle si è piazzato Simone Campedelli, su Ford Fiesta R5