Ultimo aggiornamento  12 dicembre 2019 11:36

Europa unita per la sicurezza.

Paolo Odinzov ·

Sostenere gli obiettivi di sicurezza stradale della Commissione europea e degli stati membri per contribuire a raggiungere zero vittime di incidenti stradali entro il 2050: questi i contenuti di impegno di sicurezza firmato nei giorni scorsi all'Aja dai principali attori europei della mobilità. La coalizione comprende l'Associazione europea dei produttori di automobili (Acea), l'Associazione europea dei fornitori automobilistici (Clepa), la Federazione Mondiale dell'Automobile, Region I (Fia), con il sostegno dell'Associazione olandese di biciclette e industria automobilistica (Rai Vereniging) e il Royal Dutch Touring Club (Anwb).

Investimenti anche nelle infrastrutture

Il documento è stato firmato alla presenza del Commissario europeo per i trasporti Violeta Bulc e tra le misure possibili figurano diverse campagne di sensibilizzazione, investimenti nella ricerca per introdurre nelle auto sistemi sicurezza sempre più efficaci, oltre a miglioramenti all'infrastruttura stradale, alla segnalazione degli incidenti e agli interventi post-incidente.

Conducenti sicuri su strade sicure

"Firmando questa visione comune sulla sicurezza stradale, ci impegniamo a lavorare insieme ad altre parti interessate su un approccio integrato alla sicurezza stradale all’interno della Unione Europea - ha detto Erik Jonnaert, segretario generale di Acea - riteniamo che sia l'unico modo per garantire che i veicoli sicuri siano guidati da conducenti sicuri su strade sicure."

Tag

Acea  · FIA  · Incidenti  · Sicurezza  · Unione europea  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Ancora troppi sinistri sulle strade d'Europa: secondo Etsc sarà difficile raggiungere il 50% di vittime in meno per il 2020. In Italia, i morti crescono dell'1,6%