Ultimo aggiornamento  20 agosto 2019 05:41

Aston Martin, test a Silverstone.

Luca Gaietta ·

Aston Martin sceglie Silverstone come base per i test delle sue supersportive. Nei pressi dello storico circuito britannico il costruttore aprirà un nuovo centro prove dove mettere a punto anche la dinamica di guida dei modelli prodotti sotto il brand Lagonda. “Ogni marchio che produce vetture ad alte prestazioni ha bisogno di un circuito di riferimento e Silverstone è sicuramente il luogo ideale per lo sviluppo delle nostre automobili future" ha detto Matt Becker, project manager Aston Martin.

Una strategia di espansione

Silverstone, da sempre un polo storico del motorsport britannico che ha ospitato anche il primo Gran Premio del Mondiale Formula 1 del 1950, diventa così l’ennesima sede per Aston Martin intenzionata entro il 2022 a operare in dieci diverse location in Inghilterra nelle quali impiegare 5.000 persone.

Le sedi inglesi

Al momento, oltre la fabbrica di Gaydon e due uffici a Londra, Aston Martin può contare nel territorio inglese sulla sede di Chase Point, su quella storica di Newport Pagnell, sulla fabbrica di St. Athan, sul centro di Special Vehicle Operations a Wellesbourne, sul magazino ricambi di Wolverton Mill e sul reparto Aston Martin Red Bull Racing di Milton Keynes.

Tag

Aston Martin  · Silverstone  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

Il marchio britannico risponde al calo delle vendite con un aumento dei prezzi: nel 2018 per una sportiva ci vogliono più di 182 mila euro contro i 164 mila del 2017