Ultimo aggiornamento  22 settembre 2019 14:27

Uber, chi guida un'elettrica ci guadagna.

Sergio Benvenuti ·

Acquistare un'elettrica, oggi, può essere un impegno troppo gravoso. Sia i costi delle singole auto a batteria ma anche i tempi di ricarica allontano molti acquirenti da questo segmento ancora acerbo. Anche per questo Uber ha deciso di iniziare un progetto che si propone di avvicinare gli automobilisti a una scelta a basse emissioni. L'azienda infatti offre ai suoi conducenti che non volessero rinunciare a una vettura "green", degli abbonamenti speciali e funzioni app dedicate, premiandoli anche con moneta digitale.

Da Los Angeles a Seattle

Il programma pilota partito già in sette città (Austin, Los Angeles, Montreal, Sacramento, San Diego, San Francisco e Seattle) prevede "incentivi monetari diretti" per chi guida un veicolo elettrico, inclusa la possibilità di utilizzare la pista di prova di Pittsburgh, la stessa dove avvengono i test delle auto autonome. Ad esempio a San Diego i partecipanti all'iniziativa otterranno un dollaro extra per ogni corsa, per un massimo di 20 dollari a settimana.

In ogni città ci saranno promozioni specifiche per i veicoli elettrici, come una notifica per viaggi più lunghi (30 minuti o più) che li aiuterà a pianificare i tempi di ricarica. I clienti che prenoteranno un passaggio, poi, verranno avvertiti che l'auto sulla quale stanno per salire è a batteria

Tag

Auto Elettrica  · San Francisco  · Uber  · USA  · 

Ti potrebbe interessare

· di Gloria Smith

Lo stato Usa vuole imporre per legge alle società di ride hailing di aver nelle proprie flotte soltanto vetture a batteria a partire dal 2030