Ultimo aggiornamento  21 marzo 2019 21:06

Tesla, il giallo di Musk.

Redazione ·

La sempre appassionante storia di Tesla si tinge coi colori del thriller. In una lettera inviata domenica a tutta la sua forza lavoro il ceo del costruttore californiano Elon Musk lamenta un "sabotaggio" da parte di un dipendente infedele che avrebbe "danneggiato alcune delle nostre attività". Il malintenzionato sarebbe penetrato anche nel sistema informatico, "cambiando direttamente dei codici" e si sarebbe appropriato di "una gigantesca quantità di dati" che sarebbero stati passati a terze persone

Le accuse di Musk 

L'impiegato, dice Musk, è già stato sospeso e "interrogato" e si sta cercando di capire se ha agito da solo e a chi possa aver passato le informazioni. Il ceo di Tesla non ha dubbi e nella sua lettera punta il dito contro gli "short sellers di Wall Street" (in pratica chi opera in borsa per conto terzi guadagnando soprattutto sugli improvvisi ribassi del valore delle azioni), le "compagnie petrolifere" e la "moltitudine di competitors soprattutto nel mondo delle auto a benzina e diesel" che avrebbero tutto da guadagnare a danneggiare la sua azienda. 

Secondo il ceo l'impiegato infedele avrebbe agito per ripicca per non essere stato promosso. "Alla luce di quanto è successo non promuoverlo è stata la scelta giusta", chiude Musk. 

Uno strano incidente

In un'altra lettera, questa spedita lunedì, Musk parla anche di uno strano incidente che sarebbe accaduto in catena di montaggio, un incendio "difficile da spiegare" che avrebbe interrotto la produzione per diverse ore anche se fortunatamente non ci sono stati feriti. Nella lettera si invitano tutti a tenere gli occhi aperti e si ricorda una frase dell'ex ceo di Intel, Andy Grove, che diceva, "Solo i paranoici sopravvivono". 

Tag

Elon Musk  · Intel  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Lina Russo

Elon Musk annuncia tagli per circa il 9% dei dipendenti. Oltre 3mila lavoratori a rischio. Nessun rallentamento nella produzione della Model 3

· di Sergio Benvenuti

Sei metri in meno per andare da 100 chilometri orari a 0. Dopo la bocciatura di Consumer Reports, gli ingegneri di Elon Musk hanno aggiornamento il software da remoto