Ultimo aggiornamento  20 maggio 2019 11:07

Tesla ora licenzia.

Lina Russo ·

Tesla taglia i posti di lavoro. Circa il 9% dei quasi 40mila dipendenti della Casa californiana riceverà il benservito. Ad annunciarlo, in una lettera alla forza lavoro della sua azienda, lo stesso Elon Musk che ha parlato di "decisione difficile" ma, a suo dire, inevitabile. 

La produzione continua

Il taglio dei dipendenti - saranno almeno 3mila persone a perdere il posto - non dovrebbe riguardare le catene di montaggio e quindi si presume non avrà effetti sulla produzione delle auto, in particolare la Model 3. La costruzione della vettura da 35mila dollari destinata al mass market è in ritardo, anche se lo stesso Musk pochi giorni fa ha comunicato agli azionisti che l'obiettivo dei 5.000 esemplari a settimana dovrebbe diventare finalmente realtà entro la fine di giugno

La Borsa dice sì

Il taglio dei dipendenti, secondo quanto riportato da Musk nella sua lettera, riguarderà invece altri settori: "Tesla è cresciuta e si è evoluta rapidamente - ha scritto il ceo - e questo ha portato a una duplicazione di ruoli e funzioni che ora sono difficili da giustificare". Secondo gli analisti l'iniziativa dovrebbe servire a facilitare la strada verso la redditività dell'azienda che finora non ha mai registrato un utile nella sua storia.  Difficile, però, che questo accada già nella seconda metà del 2018.

Le prime reazioni in borsa all'annuncio sono state positive. A New York le azioni di Tesla sono salite anche del 7% per poi attestarsi a fine seduta a un +3,6%

Tag

Elon Musk  · Model 3  · Tesla  · 

Ti potrebbe interessare

· di Redazione

Il ceo della Casa californiana denuncia un sabotaggio da parte di un dipendente infedele che avrebbe passato informazioni a terzi. Il mistero di un incendio in fabbrica

· di Patrizia Licata

Il Ceo scrive ai dipendenti per annunciare una sforbiciata a manager, fornitori e attività non rilevanti. E parte alla conquista della Cina con una nuova società