Ultimo aggiornamento  16 agosto 2018 04:25

Austin Russell, il re delle auto robot.

Elisa Malomo ·

C'era una volta un ragazzo di 17 anni studente del Beckman Laser Insitute della University of California di Irvine con un'idea geniale: creare dei laser potentissimi in grado di dare "la vista" alle auto autonome. Sembra l'inizio di una favola e invece è la storia vera di Austin Russell, oggi 23enne, a capo di Luminar, una start up high-tech con base nella Silicon Valley, con 350 dipendenti e fondi per decine di milioni di dollari. Grazie anche a Peter Thiel, co-fondatore di PayPal.

Il segreto di Austin 

In sei anni, Luminar è diventata la regina incontrastata della tecnologia lidar che si affida a un mix di telecamere, radar e sensori per monitorare e mappare in una frazione di secondo la zona intorno ad una auto guidata dall'intelligenza artificiale. Un'operazione che - dice Russell - i suoi lidar sono in grado di svolgere 10 volte più velocemente e con una risoluzione superiore di 50 volte rispetto agli stessi apparati della concorrenza. 

La tecnologia Lidar si serve di rari, costosi e quasi impronunciabili materiali come l’arseniuro di indio e di gallio. Questo incide sul prezzo della tecnologia e quindi frena la sua diffusione. Ma la sfida di Luminar è stata proprio quella di trovare un sistema per abbassare i costi. La soluzione? Produzione su vasta scala e soprattutto l'utilizzo di know how e tecnologie già sviluppate.

Il posto giusto

Strategica, a questo proposito, l'intuizione di porre la base operativa di Luminar a Orlando. Questa regione della Florida, fra ricercatori universitari e talentuosi ingegneri, prolifera di esperti high-tech che il ceo di Luminar ha sapientemente inserito nel proprio organico.

La sede, infatti, è in prossimità del John F. Kennedy Space Center, casa del programma spaziale della Nasa e la piattaforma di lancio da dove - il 16 luglio del 1969 - partì la missione Apollo 11, la prima a portare l'uomo sulla luna.

Tag

Austin Russell  · Florida  · Luminar  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

Veicoli a guida autonoma con sensori low-cost ad alte prestazioni: a realizzarli la Luminar, start-up fondata da un 18enne pronto a far concorrenza a Google