Ultimo aggiornamento  23 settembre 2019 18:30

Smart EQ: un'app per darle la carica.

Elisa Malomo ·

La nuova scommessa di Smart ed Enel per la mobilità elettrica si chiama “ready to park”. Una app che segnalerà ai possessori della piccola cittadina i parcheggi più vicini liberi e provvisti di colonnine dove si potrà fermarsi e ricaricare l'auto.

A portata di smartphone 

Basterà scaricare sullo smartphone l’app smart “Ready to park”, integrata della funzione “Ready to charge”, e salire a bordo della smart elettrica. grazie all’applicazione sarà sufficiente inserire la targa dell’auto e indicare gli estremi della carta utilizzata per il pagamento. Una mappa interattiva permetterà all’automobilista di selezionare un parcheggio o una colonnina di ricarica, prenotarlo e raggiungerlo entro un’ora, senza alcun addebito extra. Per accedere sarà necessario attivare il bluetooth e avvicinare il telefono alla sbarra che a quel punto si aprirà consensento la sosta e l’eventuale ricarica. Il pagamento del servizio avverrà nel medesimo modo prima di uscire dall’autorimessa convenzionata.

Strategia elettrica

Il progetto rientra nel piano E-mobility Italy firmato Smart e Enel X e parte da Roma puntando ad un ampliamento della rete di strutture di ricarica ad uso pubblico, in linea con l’obiettivo delle 700 colonnine entro il 2020 nella Capitale annunciato dal sindaco Raggi.

I parcheggi equipaggiati nella città sono 96 ed entro pochi mesi in ciascuno di questi verranno collocati dai 2 agli 8 punti di ricarica. Entro l’anno inoltre, il piano si espanderà anche a Firenze, Genova e Milano. 

“Chi parcheggià presso le autorimesse private “ready to park” – commenta Francesco Venturini, responsabile di Enel X – potrà sfruttare il tempo della sosta per la ricarica della propria smart. Un servizio che – aggiunge – arricchisce le potenzialità e la modalità di utilizzo delle vetture elettriche”.

Tag

"Ready to Charge"  · Enel  · Roma  · Smart EQ  · 

Ti potrebbe interessare

· di Sergio Benvenuti

Il costruttore tedesco, grazie a una partnership con Beijing Electric Vehicle, intende produrre le piccole cittadine a batteria direttamente nel paese asiatico

· di Roberto Sposini

La Q-Box, messa a punto dalla start up italiana, ci aiuterà a trovare parcheggio e magari anche una colonnina di ricarica. Applicazioni smart per tutti