Ultimo aggiornamento  16 ottobre 2019 01:26

Latina, rivoluzione elettrica.

Marina Fanara ·

Il car sharing debutta a Latina ed è in formato completamente elettrico. Si chiama Eppy (Electra point to point for yourself) e, negli intenti dell'amministrazione, segna l'avvio di "una rivoluzione culturale" con l'obiettivo di creare un modello economico e ambientale virtuoso, iniziando proprio dalla mobilità.

Car sharing: debutto elettrico

"Abbiamo pensato che il nostro primo servizio di car sharing dovesse essere, fin da subito, a batteria e, probabilmente, siamo la prima città italiana di medie dimensioni ad aver fatto questa scelta". Dario Bellini, presidente della commissione Ambiente, che ha ricevuto dal sindaco, Damiano Coletta, la delega per la mobilità sostenibile, si dice orgoglioso di questo primo impegno messo a segno dalla sua Amministrazione. "Oltre a una flotta elettrica", ci spiega, "nella procedura ad evidenza pubblica indetta a luglio dell'anno scorso, abbiamo richiesto all'aspirante gestore anche un impegno per le infrastrutture di ricarica".

Dai veicoli alle colonnine

La scelta del Comune è ricaduta sull'Alea mobilità urbana, società energetica del gruppo Elettra investimenti: ha appena inaugurato il car sharing con una flotta completamente a marchio Renault, composta da automobili, furgoni e quadricicli (rispettivamente Zoe, Kangoo Z.E. e Twizzy). In questa prima fase, i cittadini avranno a disposizione 14 veicoli elettrici, ma il piano prevede di arrivare a 50 esemplari entro la fine del prossimo anno. Nel frattempo, sono state installate le prime colonnine: 19 infrastrutture di ricarica (ognuna dotata di due prese), nei punti strategici della città, per arrivare a un totale di 30 nei prossimi mesi.

Tutto con l'app

Per usare Eppy basta scaricare l'apposita applicazione (disponibile per Android e iOS) e gestire l'intero noleggio tramite app. Il car sharing è in modalità free floating, con presa e consegna dove si preferisce, ma sempre nell'area operativa, suddivisa in 5 macro aree, all'interno della città. Il costo è allineato a quello offerto da altri operatori sul mercato, sostengono al Comune: 25 centesimi al minuto.

L'auto pesa sulla città

"Una tariffa del tutto sostenibile", sottolinea il presidente Bellini, "il nostro obiettivo è proprio questo: offrire ai cittadini forme alternative di spostamento convenienti per le tasche e l'ambienteNon vogliamo demonizzare l'automobile, ma a Latina ce ne sono troppe. Siamo perfettamente consapevoli che la macchina di proprietà, in ambito urbano, abbassa la qualità della vita e aumenta enormemente i costi sociali, in termini di spese di manutenzione, inquinamento, incidenti e minor spazio per la socializzazione".

1,2 milioni per la mobilità

Ma non c'è solo Eppy: "Abbiamo un progetto ambizioso per far entrare la nostra città in un circolo virtuoso", spiega ancora Dario bellini, "Si tratta di un pacchetto di misure per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro che si è aggiudicato 1,2 milioni di euro di risorse dal Governo nell'ambito del Collegato ambientale: un progetto più culturale che infrastrutturale".

Taxi condivisi per i pendolari

Il programma prevede specifici interventi a carico del Comune tra cui: la formazione di un mobility manager in ogni azienda e scuola del territorio, il finanziamento al 100 per 100 di un van elettrico da 8 posti per gli operatori interessati a offrire un servito di taxi condiviso a lavoratori e pendolari, l'acquisto di 100 bici pieghevoli da affidare in comodato d'uso a studenti e insegnanti per gli spostamenti quotidiani e l'istituzione di zone 30 a ridosso di ogni plesso scolastico del territorio.

Prima vengono i bambini

"Gli interventi sulle scuole", conclude il responsabile dell'Ambiente, "sono la premessa del modello di ambiente urbano a cui aspiriamo e sul quale stiamo lavorando da tempo: realizzare la "Città dei bambini e delle bambine", libera dalle auto e dove si respira aria pulita. Ripeto: non vogliamo demonizzare nessuno, ma siamo consapevoli che va fatta una scelta intelligente, nell'interesse, soprattutto, dei più piccoli".

Ti potrebbe interessare

· di Carlo Cimini

Dopo Latina il servizio di auto elettriche condivise sbarca in Maremma. 5 Renault Zoe a disposizione di residenti e turisti nella provincia di Grosseto

· di Marina Fanara

Ci sono diverse forme di mobilità condivisa, ognuna con la sua definizione: dal car sharing, al ride hailing, al peer to peer. Talvolta si confondono tra loro. Chiariamoci le idee