Ultimo aggiornamento  24 settembre 2019 10:35

Here, auto connessa sempre aggiornata.

Patrizia Licata ·

Aggiornamenti software in modalità wireless: sul cellulare ci forniscono in automatico le nuove versioni del sistema operativo o delle app: ma come funziona per l'auto connessa? Anche questa è fatta di software che scambia dati via Internet e Here - il fornitore di tecnologie e servizi di proprietà di Audi, Bmw e Daimler - ha lanciato un sistema di aggiornamento over-the-air (Ota) che permette il trasferimento di dati in modo sicuro dai mega-computer in cui sono conservate le informazioni (spesso in modalità "cloud") verso le auto connesse e viceversa.

Come sullo smartphone

Il sistema Here Ota Connect è stato sviluppato da una società che Here ha comprato a inizio anno, la Advanced Telematic Systems (Ats) di Berlino. Permette lo scambio di dati - anche avvisi sulla manutenzione o addirittura su eventuali problemi di sicurezza di alcune componenti fino al richiamo del veicolo - in modo immediato e protetto. Riduce i costi per le Case perché si integra con le loro tecnologie e migliora il servizio al cliente. I costruttori possono anche vendere funzionalità optional: l'automobilista potrà installarle "over the air", ovvero in modalità wireless come quando scarica una app sul cellulare.

Presto una legge?

I ministeri dei Trasporti di Stati Uniti, Regno Unito e Germania stanno valutando di rendere obbligatorio l'aggiornamento Ota per le auto connesse e autonome come garanzia che i software siano sempre allo stato dell'arte e i dati vengano scambiati in modo sicura. Se ne sta occupando anche  una task force delle Nazioni Unite (Unece WP29 o Forum mondiale per l'armonizzazione delle regolamentazioni sui veicoli della Commissione economica per l'Europa) da cui si attende una raccomandazione per metà anno e una risoluzione per il 2019. 

Tag

Auto connessa  · Cloud  · Here  · 

Ti potrebbe interessare

· di Patrizia Licata

L'auto è un computer che si nutre di dati e li usa per renderci la vita più facile e sicura. Un mercato da 2,8 miliardi di dollari destinato a crescere