Ultimo aggiornamento  24 luglio 2019 02:02

Agrigento, modello da seguire.

Marina Fanara ·

"Siamo una delle poche città italiane ad aver già adottato il Piano urbano per la mobilità sostenibile (Pums) e aver concluso tutte le fasi di partecipazione e confronto sul progetto che hanno coinvolto cittadini, operatori economici e associazioni locali". Lillo Firetto, sindaco di Agrigento, è soddisfatto dei progressi compiuti dalla sua amministrazione per diffondere nuove formule di spostamento, in grado di rispondere alle specifiche esigenze di un territorio ad alta vocazione turistica.

Nella lista dei migliori

Il modello Agrigento è stato citato come esempio virtuoso nel corso della Seconda conferenza nazionale dei Piani urbani di mobilità sostenibile che si è svolta a Bologna il 24 e 25 maggio scorso. Nella lista delle "best practise" sono state individuate anche le esperienze di Budapest e Manchester sul fronte estero, mentre per l'Italia si è parlato di Brescia, Perugia, Rosignano Marittima e Roma.

Piano su misura

"Nel corso della stesura del nostro Piano", ha raccontato il sindaco di Agrigento, "abbiamo dovuto affrontare alcuni problemi strettamente legati alle caratteristiche del territorio: un'estensione molto vasta e piena di dislivelli fino all'area balneare, le connessioni con il Parco archeologico della Valle dei Templi, i consistenti flussi di visitatori e una cronica carenza di aree di sosta".

Soluzioni in programma

Tra le misure più efficaci individuate dal Comune siciliano per risolvere queste criticità, ci sono l'entrata in servizio di linee circolari di autobus, servizi di car e bike sharing, sistemi automatizzati di risalita (tipo funivie), aree di sosta in periferia (in prossimità dei capolinea dei mezzi pubblici) e parcheggi adiacenti al centro storico interdetto al traffico. Per l'attuazione del Pums, Agrigento si avvale delle risorse messe a disposizione dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dalla Regione e dai privati. "Queste misure sono indispensabili per affrontare le sfide del futuro", ha concluso il sindaco Firetto.

Ti potrebbe interessare

· di Marina Fanara

In attesa del nuovo Piano, il Comune lancia un primo un pacchetto di misure, finanziato dal governo, che prevede anche nuovi bus elettrici e colonnine di ricarica

· di Marina Fanara

Il governo aggiunge 45 milioni di euro alle risorse previste dal collegato ambientale sugli spostamenti casa-scuola, casa-lavoro. Obiettivo meno auto, più bici e mezzi pubblici