Ultimo aggiornamento  23 marzo 2019 05:16

Ford, dalla Model T all'elettrica.

Carlo Cimini ·

La Ford torna a casa, a Detroit. Il costruttore Usa ha annunciato il trasferimento della sua squadra di ingegneri nella sede storica The Factory al 1907 Michigan Avenue - nel quartiere di Corktown. Si tratta del Ford Team Edison, composta da oltre 200 dipendenti, specializzata nello sviluppo della guida autonoma e dell'elettrico. Si apre così un nuovo capitolo nella storia del marchio che, più di tutti gli altri, ha incarnato il sogno americano a quattro ruote. 

Fabbrica dolce fabbrica

L'edificio di Corktown è grande 14.000 metri quadrati: recentemente ristrutturato, è attivo e perfettamente funzionante. Ma soprattutto ha 110 anni di storia alle spalle. E' proprio qui che il bisnonno dell'attuale presidente Bill Ford, Henry, ha aperto la strada della moderna industrializzazione, iniziando l'epoca della catena di montaggio nell'industria automobilistica. 

La storia continua

A Yorktown a partire dal 1903 fu prodotta la Model A, ma la vera svolta arrivò nel 1908 con la Model T: una delle vetture più importanti della storia dell'industria automobilistica, perché la prima prodotta in grande serie. Per assemblarla da zero erano sufficienti soltanto 90 minuti. In 14 anni per vennero prodotti 15 milioni di esemplari.

Tra le gente

Il ritorno alle origini di Ford rientra in un piano di investimento da oltre 11 miliardi di dollari: il costruttore prevede di realizzare 40 veicoli elettrificati entro il 2022 (16 di questi totalmente a batteria). Inoltre l'Ovale Blu non distoglie l'attenzione dal processo della tecnologia driverless, grazie alla collaborazione con la start up Argo AI.

Il presidente esecutivo della Casa, Bill Ford, in un comunicato ha manifestato tutta la sua soddisfazione: "Stiamo piantando un tassello speciale nel futuro della nostra azienda, nel cuore del quartieri storici di Detroit, tra la nostra gente."

Tag

Detroit  · Ford  · Ford Team Edison  · Michigan  · 

Ti potrebbe interessare

· di Samuele Maria Tremigliozzi

L’ovale blu perde terreno: -73 milioni di euro in Europa nel trimestre aprile-giugno 2018, a rischio 24mila posti di lavoro. Le società di rating declassano il titolo

· di Carlo Cimini

Accordo tra il colosso e-commerce cinese e la Casa statunitense per la vendita online di vetture. L'Ovale Blu, tramite il web, punta a stimolare il mercato di auto asiatico

· di Flavio Pompetti

Il board licenzia il Ceo Fields: troppa perdita di valore in borsa del titolo nonostante i profitti. Al suo posto Jim Hackett, un veterano del gruppo