Ultimo aggiornamento  19 settembre 2019 18:44

Citroën C5 Aircross, a passo di suv.

Francesco Paternò ·

PARIGI – Citroën ha presentato il suo nuovo suv di taglia media C5 Aircross, in arrivo in Europa entro la fine del 2018 dopo il debutto l’anno scorso al Salone di Shanghai e la commercializzazione in Cina dal settembre scorso. Punto di forza, ha detto il capo del marchio Linda Jackson, sono design e modularità interna, insieme a connettività, sistemi di assistenza alla guida e comfort, quest’ultimo un valore proprio nella storia del marchio.

Piattaforma di gruppo

La C5 Aircross ha una lunghezza di 4,50 metri e nasce nella fabbrica di Rennes in Francia sulla stessa piattaforma del gruppo Psa su cui sono stati sviluppati i suv Peugeot 3008 e 5008 oltre che la Opel Grandland X. Già visto sulla nuova C4 è il sistema di sospensioni Progressive Hydraulic Cushions, che integrano degli smorzatori idraulici progressivi per migliorare il comfort di guida.

Ibrido plug-in nel 2020 

La novità assoluta per il marchio non è invece disponibile al lancio: una motorizzazione ibrida plug-in da 300 cavalli, che arriverà nel 2020. Subito motori benzina e diesel con potenza dai 130 ai 180 cavalli e cambio automatico a 8 rapporti, mentre all’interno dell’abitacolo si notano tunnel alto e sulla plancia display digitale da 12,3 pollici, più un Touch Pad da 8. Per l’assistenza alla guida ci sono 20 sistemi diversi di ultima generazione.

La modularità interna

La modularità interna sottolineata da Linda Jackson riguarda in particolare i tre sedili posteriori singoli e scorrevoli longitudinalmente, che permettono un uso dello spazio diverso quando si vuole privilegiare la capacità di carico o l’accoglienza di passeggeri. Bagagliaio notevole, che parte da 580 litri di capienza viaggiando nella configurazione base.

Strategia dell'elettrificazione

La versione ibrida plug-in della C5 Aircross nel 2020 sarà affiancata da un inedito modello elettrico, ha detto ancora Linda Jackson, “entro il 2023 elettrificheremo l’80% della nostra produzione, entro il 2025 il 100%”. L’offensiva di  Citroën si basa sui suv, dopo il successo del più piccolo C3 Aircross, senza escludere in futuro l’arrivo di una modello ancora più piccolo.

In Cina, secondo mercato del marchio, la vendita di suv funziona per tutti e per Citroën in particolare: a fronte di un +11% di immatricolazioni di suv nel primo trimestre dell’anno, il marchio è cresciuto addirittura del 48% grazie proprio alla spinta della C5 Aircross. La progressiva elettrificazione dei modelli francesi aiuterà: l’obiettivo dichiarato è di vendere entro il 2020 – dal 26% attuale – il 45% della produzione Citroën fuori Europa con Cina in primo piano.

Tag

Cina  · Citroën  · Citroen C5 Aircross  · 

Ti potrebbe interessare

· di Gianluca Pezzi

L'edizione limitata del suv francese viaggia fino al punto più settentrionale del mondo. La vettura in vendita con motori benzina e diesel e prezzi da 25.700 euro

· di Valerio Antonini

Il costruttore francese in controtendenza: il modello, nato crossover, diventa berlina. Novità assolute le sospensioni idrauliche sviluppate nei rally